Reja: “Questo è un gruppo con un gran cuore”

1
18

Il tecnico Edy Reja, intervenuto in sala stampa ha commentato l’incontro vinto dal Napoli in rimonta sulla Fiorentina. Ecco quando raccolto dall’inviato di NapoliSoccer.NET: “Quella di lasciare la manovra alla Fiorentina è stata una nostra scelta per poi ripartire in velocità e poter creare delle azioni che però non si sono concretizzate. Poi loro sono passati in vantaggio con un gol che mi è parso in fuorigioco. La squadra è stata bravissima a rimontare il risultato, d’altra parte già a Roma si era vista una squadra in crescita. Ora abbiamo un test infrasettimanale molto importante con il Benfica. Abbiamo visto una mentalità giusta, se si cresce e si resta umile, il gruppo è forte e ha dimostrato di possedere grandi mezzi e grandi capacità, ma soprattutto un grande cuore. Mi dispiace per i tifosi che sono dovuti rimare fuori. Il Napoli ha fatto un’ottima prestazione contro una grande Fiorentina, sono due squadre che si sono affrontate a viso aperto e questo ha avvantaggiato lo spettacolo. Questa squadra ha un suo ‘dna’, ha un suo valore ed un aspetto caratteriale straordinario. Puoi perdere qualche gara per qualche prestazione più opaca ma questo è un gruppo che ha un grande cuore. Sapevo che potevamo sfruttare le zone laterali. Nel primo tempo ci è andata male, dovevamo terminare in vantaggio e poi invece è passata la Fiorentina. Mutu ha dimostrato di essere un grandissimo giocatore, abbiamo sofferto un pochino e mi dispiace di non aver concretizzato. Comunque abbiamo vinto e alla fine va bene così. Sia Denis che Hamsik avevano avuto buone opportunità, anche Lavezzi che ha preso quel palo. La prova di Lavezzi è stata straordinaria. Denis deve ancora acclimatarsi al campionato italiano, abbiamo giocato due partite contro due grandi squadre e non è facile. Bisogna avere un po’ di pazienza perché questo è un giocatore che lavora tantissimo per la squadra e presto la metterà anche dentro. Anche Gilardino del resto ha avuto delle palle e non le ha messe dentro, non è una cosa facile”.
“Anche volutamente abbiamo fatto in modo che avanzassero i loro centrocampisti per ripartire – ha spiegato il tecnico del Napoli – ho visto però che avevano troppo il pallino in mano e così ho abbassato un po’ Gargano e Blasi. Iezzo ha fatto una parata straordinaria tirando fuori la palla con le punta delle dita, ma è un portiere che non scopriamo di certo oggi. Col Benfica sicuramente una pedina la cambierò, sia a centrocampo che in difesa. In avanti non lo so ancora. Considerando le caratteristiche del Benfica uno come Rinaudo ci può far comodo. Zalayeta non ha nulla di particolare anche se ieri aveva accusato un fastidio ed aveva detto al medico che non se la sentiva. Ora aspettiamo la prossima partita poi valuteremo”.
Dall’inviato in sala stampa, Gennaro Gambardella – NapoliSoccer.NET

1 COMMENT

  1. Reja…nn capisco perchè non fai mai giocare PIAAAAA””..!!
    l’ho fai entrare all’ultimo..secondo..invece di avere quel morto di denis fai giocare Pià!!ma ci vuole tanto a capire..mi fa piacere che sei un’allenatore ma dove ti hanno preso?? bhà…FORZA PIA’ E FORZA NAPOLI

LEAVE A REPLY