La bastonata di Alberto Cuomo… “Una tempesta di idiozie”

8
34

Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana e non sono sicuro della prima. Un tale Albert Einstein così citava.
Ebbene è proprio il caso di gridarla questa volta. Il diluvio che domenica si è scatenato sulla nostra Città (volutamente scritta con la maiuscola) è lontanamente paragonabile alla tempesta di idiozie che si sono susseguite alla notizia del rinvio del posticipo. Hanno messo bocca, ovviamente, tutti gli organi di stampa. Chi mediando attraverso dichiarazioni diplomatiche, chi invece emettendo sentenze infondate, inesorabilmente prive di alcuna conoscenza del territorio e delle problematiche che soltanto chi vive queste strade può comprenderne la realtà. Triste purtroppo. Ma che nessuno si permetta di entrare nei “panni sporchi di famiglia”.
Si legge sul Tuttosport di Torino che li abbiamo “fottuti”(parola riportata fedelmente dal suddetto editoriale firmato da Vittorio Oreggia), che è tutto un raggiro del Prefetto tifoso azzurro spinto dal nostro sindaco De Magistris per far riposare la squadra di Mazzarri. Ci sfottono pure: in prima pagina la foto del San Paolo soleggiato con sopra scritto a caratteri cubitali “O’sole mio”. Parliamo proprio di uno dei tre quotidiani sportivi di carattere nazionale con cui tempo addietro la Juventus aveva acceso una singolare polemica.
La classica napoletanata” dichiara Marcello Chirico di Telelombardia. Cerco di limitarmi nel commentare tutto ciò ma sembra abbastanza chiaro che da quelle parti nuvole e nebbia alberghino in ogni dove. Buon senso e oculatezza dovrebbero essere le portatrici primarie proprio in questi casi dove la vita umana è la priorità assoluta. Altro che partita di calcio. E che dopo le fetide dichiarazioni Michelangelo Rampulla non torni sui suoi passi, scusandosi nel ricordarsi troppo tardi di essere anche lui del Sud: di gente così noi meridionali possiamo farne tranquillamente a meno! Insomma quando si parla di Napoli o del Napoli non vi è differenza, l’insulto discriminante è sempre a portata di (mala)lingua. Non curanti delle oggettive difficoltà di dispiegamento delle forze dell’ordine impegnate nelle zone più duramente colpite dall’acquazzone laddove una persona ha tristemente perso la vita, ma con l’arroganza e la presunzione di chi crede che sarebbe stato un trionfo certo.
Ebbene voglio tranquillizzare gli amici di Torino: alle 20.45 di martedì 29 novembre inizierà una tempesta azzurra che non lascerà nulla più di bianconero e che il sole che vedrete sarà soltanto quello del giorno dopo esservi risvegliati dal nubifragio di canti gioiosi di un popolo che non smette e non smetterà mai di lottare contro discriminazioni e offese. Petto in fuori e occhi incendiati, accomodatevi pure: sarete sempre i benvenuti nell’inferno più bello d’Italia!
 
Alberto Cuomo
 

8 Commenti

  1. e’ la solita canzone.. se la fanno e se la suonano.. quelli che invece proprio non riesco a capire, sono quei “cretini” che pur sapendo s che il “tuttosport” sia palesemente fazioso come altri giornali del nord, ancora continuano a comprarli!!
    ma peggio ancora sono le persone nate e cresciute a napoli che tifano per le milanesi o per la rubentus pur coscienti del fatto che ci odiano!!
    il bello dello sport? NO, solo gente piccola piccola col complesso d’inferiorita’!!!

  2. Bravissimo Alberto Cuomo, bell’articolo….hai centrato il punto della questione! In quanto a quella insignificante e altamente stupida dichiarazione del sig.(minuscolo) chirico……beh se anche lui avesse fatto un pò di prevenzione, ad oggi avrebbe ancore una folta chioma piuttosta che la testa totalmente PELATA

  3. Viva il sud! Probabilmente se a Genova sarebbero stati accorti e prevenuti come lo sono stati De Magistris e prefetto domenica scorsa, nulla sarebbe successo e quei 7 morti non ci sarebbero stati! Si parla tanto di prevenzione, poi appena si fa qualcosa per evitare rischi inutili alle persone ecco i soliti “professoroni” del giorno dopo pronti a dire che a Napoli c’era il sole domenica! Per tutta questa gente ignorante del nord non valeva la pena sospendere questa partita perchè tutto sommato alla fine a rischiare erano solo una manciata di poveri terroni! L’Italia va sempre più a rotoli perchè purtroppo di questi imbecilli ce ne sono tanti! Che era giusto rinviare alla fine lo dico anche io nonostante la delusione iniziale e nonostante domenica ho fatto 1000 km a vuoto per vedere il Napoli!

LASCIA UN COMMENTO