Calcio: Mondiali, fischi a Brasile e Ronaldinho

0
33

Un altro turno da dimenticare per Brasile e Argentina nelle qualificazioni sudamericane per i Mondiali del 2010. La Seleçao di Dunga non è andata oltre lo 0-0 a Rio con la Bolivia, in dieci per 40 minuti, beccandosi fischi e insulti da parte del pubblico. Peggiori in campo Ronaldinho e Robinho. Non è andata meglio all’Argentina, bloccata sull’1-1 a Lima contro il Perù nonostante il gol del vantaggio dell’interista Cambiasso all’84’.

 

La pessima prestazione dei verdeoro è ben testimoniata dal fatto che la Bolivia occupa l’ultimo posto della classifica con soli cinque punti in otto partite, senza contare che gli ospiti sono rimasti con un uomo in meno dopo l’espulsione del difensore Ignacio Garcia al 53′.

Praticamente inesistenti le due stelle del Brasile, con Dinho sostituito a un quarto d’ora dal termine, anche il ct Dunga è stato pesantemente contestato dai tifosi per l’ennesima prestazione deludente.

Qualche fischio in meno, ma uguale delusione in casa Argentina dopo il pari ottenuto in casa del Perù. Un risultato che ha lasciato amarezza perché la Seleccion è stata raggiunta nel recupero da una rete di Johan Fano dopo essere andata in vantaggio pochi minuti prima.

Negli altri due incontri disputati, il Cile ha travolto 4-0 la Colombia. Pareggio a reti inviolate tra Uruguay e Ecuador.

I risultati: Uruguay-Ecuador 0-0, Cile-Colombia 4-0, Brasile-Bolivia 0-0, Perù-Argentina 1-1.

La classifica (le prime quattro si qualificano per i Mondiali, la quinta va allo spareggio con la quarta classificata della zona Concacaf): Paraguay 17 punti, Brasile, Argentina e Cile 13, Uruguay 12, Colombia 10, Ecuador 9, Venezuela e Perù 7, Bolivia 5.

Fonte: sportmediaset.it

LASCIA UN COMMENTO