Un olandese per l’Allianz Arena. Designato Bjorn Kuipers per Bayern-Napoli

0
20

Trentotto anni, olandese di Oldenzaal, l'arbitro designato per la partita di Monaco tra Bayern e Napoli è Bjorn Kuipers, proprietario di un supermercato. 
Figlio di un arbitro, decide di seguire le orme paterne fin dal 1996, dieci anno dopo diventa internazionale, fa parte del gruppo di elite dal 2009. Gode di buona considerazione tecnica anche se alcuni giudizi malevoli lo definiscono arrogante e amico dei potenti. Kuipers è l'arbitro che diresse  la gara di andata del prelimina di Europa League tra Napoli e Benfica al San Paolo, in quella partita (che finì 3-2 per gli azzurri con reti di Suazo e Luisao per i portoghesi e Vitale, Denis e Maggio per la squadra di Reja).
Bjorn Kuipers ha già diretto una gara quest'anno, quella tra Trabzonospor e Lille, nel girone B, gara finita 1-1 con 5 cartelini gialli e un rigore a favore del Trabznospor.
Il suo curriculum lo vede designato per 31 gare ufficiali in competizioni europee per club che nel 51,6% di casi sono finite con la vittoria della squadra di casa, 32,2% è invece il dato dei pareggi, solo 5 volte (il 16,1% dei casi) ha visto prevalere la squadra ospite. Un dato curioso: le tre gare di Champions dirette da Kuiper nella stagione 2010-2011, si sono concluse con tre vittorie esterne (due del Chelsea, contro Zilina e  Kobenhavn e una della Roma sul campo del Basilea), sembra avere una predilezione per le squadre inglesi, quattro delle cinque vittorie esterne, le riguardano (due del Chelsea, una del Liverpool, una del Manchester United), l'altra è come già detto la Roma.
Ha diretto 5 volte le squadre italiane con 3 vittorie (Roma, Napoli e Sampdoria), un pareggio tra OB e Genoa e la sconfitta esterna della Juve con il Fulham per 4-1.
Nelle 31 gare da lui dirette ha estratto 111 volte il cartellino giallo (media quasi 3,6 a partita), 8 volte il rosso (0,26) e fischiato 9 rigori (0,3).
Tutt'altra media nelle gare tra nazionali, dove in 20 partite (sia a livello di nazionali maggiori che di giovanili) la squadra ospite ha vinto nel 50% dei casi.
Curiosità: Il nonno di sua moglie è Andries van Leeuwen, arbitro olandese, classe 1916, attivo in europa tra il 1958 e il 1964.

Domenico Infante – Napolisoccer.NET

Condividi
Articolo precedenteLuciano Moggi: “Per vincere uno scudetto ci vogliono i campioni”
Prossimo articoloSette squalificati in serie A
Napoletano, scrittore, impara a leggere prima di riuscire a dire "a cuoppo cupo poco pepe cape, poco pepe cape a cuoppo cupo" e tutti gli altri scioglilingua in napoletano che gli insegnava suo padre. La passione per il calcio risale al nonno paterno del quale porta il nome.

LASCIA UN COMMENTO