No alla chiusura del San Paolo

12
91

Dopo l’annunciata direttiva del Ministro dell’Interno Roberto Maroni che disporrà il blocco di tutte le trasferte della tifoseria del Napoli per i noti fatti accaduti domenica scorsa, seguita dalla decisione del Casms di sospendere la vendita dei biglietti per la prossima gara di campionato Napoli-Fiorentina, in attesa delle decisioni del giudice sportivo, si teme anche la chiusura del San Paolo e la parte sana del tifo non ci sta! 
Diverse le dichiarazioni, gli appelli, le petizioni e le iniziative da parte dei veri appasionati di calcio napoletani al fine di non fare ancora una volta di tutta un’erba un fascio. In particolar modo la redazione 9oline.it ha lanciato un appello a tutti i tifosi, a tutti i canali d’informazione, locali e nazionali, affinchè si amplifichi una sola voce, netta e forte: "NO ALLA CHIUSURA DEL SAN PAOLO", al quale si associa con fermezza anche la redazione di NapoliSoccer.NET.
Pur tenendo ben presente la gravità di quanto accaduto, si ritiene che l’eventuale chiusura del San Paolo penalizzi oltremodo gli appassionati “veri” di calcio, quelli che da questo mondo, fra doping, stipendi astronomici, calciopoli e scandali vari, stanno già decidendo mano a mano di allontanarsi.
Un provvedimento del genere rappresenterebbe un colpo ferale per chi ha la sola “colpa” di seguire i propri beniamini allo stadio la domenica.
Una forte presa di posizione quest’oggi vi è stata anche da parte del presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis che ha dichiarato: "Non può essere penalizzata un’intera città e tutta la tifoseria sana". Il presidente del Napoli ha quindi aggiunto: "Chiudere lo stadio equivale a far morire lo sport e a far vincere la sudditanza alla violenza. Attuando questo programma lo Stato si cala le braghe".
Il direttore generale Pierpaolo Marino nel corso di un’intervista ha dichiarato: "non si può punire il Calcio Napoli che rappresenta la parte lesa. Penalizzare il San Paolo farebbe vincere i facinorosi sulla stragrande tifoseria napoletana che è ferita nell’orgoglio e che è anch’essa parte lesa in questa vicenda".
Non diamola vinta ancora una volta ai violenti. Non mortifichiamo ancora una volta un’intera città.
Redazione NapoliSoccer.NET



12 Commenti

  1. Fermo restando che quella sottospece di tifosi hanno ancora una volta dimostrato la loro bassezza… Però io dico, già hanno limitato le trasferte per tutto l’anno ai nostri tifosi (giustissimo!!!), perchè adesso dovrebbero anche punire la Società Calcio Napoli con la chiusura del San Paolo? Mica lo ha chiesto De Laurentis di mandare i tifosi a Roma? E soprattutto, perchè gli stessi censori non hanno preso provvedimenti per i tifosi interisti dopo gli atti vandalici di Parma dell’ultima giornata del campionato finito poco più di tre mesi fa? AI POSTERI L’ ARDUA SENTENZA!

  2. aggiungo inoltre , che sabato scorso i tifosi dell’ inter di ritorno da genova hanno devastato un autogril.
    Hanno dato solo una piccola notizia al telegiornale, mentre giustamente per giorni non si parla altro dei disordini che hanno provocato, questi xxxxxx di pseudo tifosi napoletani, che proprio come ” dei pesci di cannuccia” sono cascati nella trappola che gli hanno preparato quei soloni dell’ osservatorio.
    Bravi fessi!!!!!!!!

  3. ok, niente trasferte per tutto il campionato;

    ma secondo voi alla prima di campionato del 2009, quando vorranno partire altri 5000 tifosi,in treno e con nessuna organizzazione, verso una qualsiasi città italiana, non si ripeterà lo stesso?
    dovete prevenire, e non solo punire a fatti già accaduti.

    orgoglioso di essere napoletano.

  4. SE CI FOSSE MENO OMERTA’ E LA GENTE AVREBBE IL CORAGGIO DI REAGIRE ALLORA FORSE QUALCHE RISULTATO SI POTRA’ OTTENERE.
    SI SA CHI SONO,PERCHE’ NON VANNO A PRENDERLI?C’E’ SOLO DA INDIGNARSI PER UNO STATO CHE RIMANE A GUARDARE E I VERI TIFOSI CHE PAGANO!!E’ UNO SCHIFO.INDIGNATO.

  5. Omertà ? Non diciamo eresie !!!!.. io vivo la curva, in particolare la A da 15 anni e conosco come li conoscono gli altri chi fà del male al Napoli… i gruppi sono prima loro che con i loro proclami di non belligeranza nascondono le loro vere intenzioni !!!!… il San Paolo non si deve chiudere morirà il calcio a Napoli !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!……..
    DICIAMO BASTA A QUESTI PSEUDO TIFOSI RIAPPROPRIAMOCI DELLO STADIO….
    Hanno parlato di camorra allo stadio… è vero c’è… anche i boss vanno allo stadio !!!!
    Non facciamo chiudere lo stadio !!!!!!!

  6. NO alla chiusura del San Paolo,NO alla generalizzazione da parte dei mezzi d’informazione,NO al perbenismo che ha improvvisamente pervaso la massa,NO ai delinquenti,chiunque essi siano,che mettono a repentaglio una vera passione del popolo partenopeo!!!

  7. Ancora una volta il teppismo, quello più violento, oscura l’immagine di una città bella e gentile come Napoli.
    Una volta Napoli era nota negli ambienti del Nord come la città dell’amicizia, della gente simpatica e disponibile, del sole, del mare, della pizza e delle sfogliatelle…, ma anche patria di una cultura vera ed unica, che aveva assorbito quanto di meglio avevano espresso i Greci ed i Romani e ,nei secoli , formato il carattere di questa gente meravigliosa !
    Gente che oggi è alla mercè di quanti non vogliono che quella Napoli, la mia cara vecchia Napoli, esista più.
    Che peccato !

  8. NOTORIAMENTE,QUESTO GOVERNO AMICO DEL SUD ,ED IN PARTICOLARE DI NAPOLI ,E DEL NAPOLI DA ,SEMPRE IL MEGLIO DI SE, QUANDO SI DEVE DECIDERE COME E`PIU´ GIUSTO PENALIZZARE LA SOCIETA`CIVILE, E CALCISTICA DI NAPOLI.IL MINISTRO MARONI DEL QUALE PROVO NAUSEA SOLO A NOMINARLO UNITAMENTE AI SUOI ACCOLITI DEL GOVERNO CON EVIDENTE SODDISFAZIONE HA GIA COMMINATO IL DIVIETO ALLE TRASFERTE ED ORA LA PARTE SPORTIVA SI APPRESTA A CONDANNARE IN MODO ESEMPLARE IL NAPOLI IL TUTTO CON L´AVVALLO DEI NOSTRI POLITICI DI GOVERNO PRONI E SUBALTERNI A QUELLI DEL NORD UNA COSA VOGLIO DIRE MI FA SCHIFO ESSERE ITALIANO E INVITO I POLITICI SE NON HANNO VENDUTO ANCHE LA LORO DIGNITA` DI VERGOGNARSI PER TUTTO QUELLO CHE STANNO FACENDO PER APPAGARE I LORO INTERESSI PERSONALI.

  9. INNANZITUTTO MI CHIAMO GIANLUCA HO 32 ANNI E VIVO A FIRENZE DA 27 SONO ORGOGLIOSO DI ESSERE NAPOLETANO MA PURTROPPO AL TEMPO STESSO SONO INCAZZATO NERO PER QUELLO CHE E’ STATO DETTO SU DI NOI E PER CIO’ CHE DICONO SU DI NOI NAPOLETANI DA DECENNI NON NE POSSO PIU’ I NAPOLETANI ONESTI SI DEVONO RIBELLARE A SIMILI SPECULAZIONI E INSINUAZIONI “CAMORRISTI,TERRONI,MONNEZZARI,INCIVILI,DELINQUENTI” COME E’ POSSIBILE CHE MILIONI DI NAPOLETANI POSSANO PERMETTERE E TOLLERARE SIMILI INSULTI OFFESE ED AFFERMAZIONI?????
    CIO’ CHE MI DELUDE SONO I NAPOLETANI PER BENE CHE OGNI DOMENICA VANNO ALLO STADIO E SONO INCAPACI DI ISOLARE I VIOLENTI, SONO DEGLI OSTAGGI PER COLPA DI QUANTI? 1000? 1500? DI SOLITO AL SAN PAOLO SIAMO MINIMO 40 MILA E NESSUNO MUOVE UN DITO QUANDO VIENE LANCIATA UNA BOTTIGLIETTA O UN PETARDO? CI DOBBIAMO MUOVERE SEMPRE DOPO CHE SIAMO STATI PUNITI? FRATELLI MIEI AI DELINQUENTI DEL DIVIETO DELLE TRASFERTE NON GLIENE FREGA NULLA LORO POSSONO CONTINUARE A DELINQUERE ANCHE ALTROVE SIAMO NOI TIFOSERIA SANA CHE CI RIMETTIAMO E SIAMO SEMPRE NOI CHE DOBBIAMO CACCIARE I VIOLENTI COME DA NAPOLI ANCHE DAL SAN PAOLO, ALLO STATO QUESTE COSE NON INTERESSANO ANZI GLI SERVONO I VIOLENTI COME SERVONO A CERTI GIORNALISTI PER POTERCI SPECULARE SOPRA E PER SPECULARE SU NAPOLI E SUI NAPOLETANI. E’ GIUNTO IL MOMENTO DI REAGIRE CIVILMENTE MA DI REAGIRE COSI’ NON POSSIAMO ANDARE AVANTI NON POSSO PIU’ SOPPORTARE SIMILI INSULTI E OFFESE.

  10. Mi chiamo Michele e vivo a Firenze ma mi sento Un (NAPOLETANO.DOC)
    volevo solo dire che sono ancora una volta deluso da quella parte di persone che non a niente a che fare con NAPOLI e i NapoletanI anno solo “nostro malgrato” la fortuna di essere nati nella mia Citta’ e per noi che non viviamo più la e nacora più umiliante sentire i commenti di tanti qui al nord, commenti che in parte approvo ma come napoletano non accetto. In più ci si mettono testate giornalistiche tipo “LA GAZZETTA DELLO SPORT” giornale che io non compro, che per noi che viviamo qui leggere un articolo del NAPOLI durante tutto l’anno e inpossibile in quanto qualche decimo di paggina c’e’ lo deticano solo dopo una partita poi durante l’arco della settima non se ne parla più. Pero’ quando c’e da infierire contro i Napoletani e allora prime pagine a lettere cubitali per settimane intere.
    Ritorna a quello che è successo domenica, certo non posso difendere qui così detti Napoletani che ribadisco non lo sono, io penso che chiudere il San Paolo è una cosa che va oltre, e come al solito si punisce gli onesti cittadini e non quella marmaglia ,anche se non mi meraviglio più di niente, visto che quando c’e’ da punire il NAPOLI non si sa perchè la mano diventa sempre più pesante. Io penso che a tanti media fa piacere che il popolo NAPOLETANO resti per sempre il popolo da additare.
    Comunque per finire dico che solo noi veri Napoletani conosciamo la vera bellezza della nostra Città umana e materiale e che non dobbiamo permettere a questi intrusi di distrugerla.
    CIAO NAPOLI TI AMO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here