Il Lavezzi furioso

8
48

Lavezzi_sconsolatoIl gesto di stizza di Lavezzi dopo la sostituzione non è passato inosservato ma questa volta il Pocho deve prendersela esclusivamente con sé stesso. Troppo opaca la sua prestazione per non meritare di uscire anzitempo dal terreno di gioco del S.Elia in una giornata che, alla luce degli altri risultati, allontana il Napoli dalle prime posizioni in classifica lanciando in vetta la squadra del nostro "amico" Totò Di Natale, l’Udinese, che sarà la prossima avversaria degli azzurri al S.Paolo in una sfida tutta da vedere. E’ vero, insieme a Lavezzi è stato tutto il Napoli a non brillare particolarmente nella trasferta in terra sarda ma quando anche il Pocho non è nella sua migliore giornata e vengono meno le sue accelerazioni ubriacanti, allora cala il buio sulla manovra d’attacco dei partenopei e di gol neanche a parlarne. Anche perché il turnover voluto da Mazzarri ci ha regalato in attacco un Santana poco più che mediocre capace di mangiarsi un goal fatto nel primo tempo quando con la porta spalancata davanti ha colpito un palo clamoroso: che mira!
Per carità, è Mazzarri l’unico ad avere il polso della situazione quanto ad affaticamento dei singoli rispetto a incontri che si susseguono ogni tre giorni ma, forse, qualche piccolo errore il tecnico toscano l’ha commesso contro i rossoblù cagliaritani inserendo troppo tardi Maggio l’unico che, in alternativa al Pocho, può dare imprevedibilità e profondità alla manovra azzurra in attacco soprattutto quando sull’altra corsia Dossena non sembra essere al top della condizione.
Pareggio dunque e mal d’attacco di cui il Napoli sembra soffrire da qualche settimana visto che il Matador Cavani sembra la fotocopia sbiadita del cannoniere opportunista e spietato della passata stagione e mostra preoccupanti segnali di affaticamento fisico dovuti alla ininterrotta attività agonistica da due anni a questa parte, condita da frequenti viaggi in Sudamerica per rispondere alle chiamate del selezionatore Uruguagio.
Archiviato quindi questo non entusiasmante pareggio, il Napoli si appresta ad affrontare  l’ennesimo tour de force nei prossimi dieci giorni affrontando in successione Udinese e Catania in campionato e Bayern in Champions in quella che si annuncia essere una sfida memorabile e prestigiosa in uno degli stadi più belli d’Europa . Serviranno il miglior Lavezzi e un attacco scoppiettante per essere protagonisti e puntare sia ai primi posti del campionato che a mettere una seria ipoteca sul passaggio del turno in Champions. E allora l’invito a Lavezzi è quello di trasformare la sua rabbia per l’esclusione di Cagliari in energia positiva da mettere a disposizione della squadra con la forza dello scugnizzo che è dentro di lui. Saremo tutti più felici.
Lui per primo.

Raffaele Castiello – Napolisoccer.NET

8 Commenti

  1. in ogni caso nè Lavezzi ieri nè Cavani col Bayern vanno tolti. Mazzarri forse ha dimenticato che tante partite l’anno scorso le abbiamo vinte negli ultimi 5 minuti grazie a Cavani e Lavezzi. Se poi Mazzarri ha la memoria corta è un altro discorso.

  2. Il Bayern ha, addirittura, perso per la stanchezza della partita con il napoli, purtroppo dobbiamo tutto alla fame di soldi che i media hanno e dall’esigenza di mettere il calcio in vetrina….altro problema sono le soste per stupidissime partite delle nazionali (sempre meno seguite).
    Il calcio deve cambiare…..meno soste per natale (20 gg e’ assurdo) e meno partite delle nazionali.

  3. Alla fine il miglior attccante rimane Di Natale,solo che in italia non e’ mai andato di moda e se una grande lo snobba tutte le altre non lo cercano.Era lui il vero campione dell’udinese

  4. Lavezzi al momento si salva con gli assist, ma per il ruolo che ricopre ALMENO 10 gol in capionato li DEVE fare, altrimenti puo’ andare dove vuole… ci danno i soldi e lui va. Bene a fatto Mazzarri a bacchettarlo ieri se stava ancora in campo si faceva buttare fuori sicuro. Abbiamo gia dato, grazie.

  5. Comunque in una partita come quella di ieri non devi togliere l’unico che puo’ saltare l’uomo o fare il guizzo decisivo per andare in porta lui o i compagni.Mazzarro è sempre piu’ incapace nel gestire una partita. Oppure se vuoi toglierlo metti dentro Mascara e non certo Hamsik!

  6. la sostituzione ci stava in quanto era nervoso già ammonito rischiavo il rosso… però vedo atteggiamenti da altre parti molto più gravi di queste , solo noi riusciamo sempre a farne scoppiare un caso nazionale .

    naturalmente lavezzi è determinante per noi , però il mister deve anche gestire un gruppo e dosare le loro forze.
    forza napoli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here