Bargiggia (giorn.): “Il Napoli in Europa League determinerà le scelte di mercato di gennaio”

0
21

A Radio Crc, durante la trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Paolo Bargiggia, giornalista di Mediaset ed esperto di mercato, che ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: "Il fatto che il Napoli rimanga o meno in Europa League determinerà le scelte di mercato di gennaio, che in ogni caso non credo saranno eclatanti. Mazzarri è un conservatore, non è un allenatore che ha voglia di sovvertire l’ordine interno. Magari è più eccitante far volare la fantasia, ma se Lucarelli darà delle garanzie in attacco credo che non arriverà nessuno a gennaio in quel reparto. Non condivido questa politica perché una squadra che vuole avere delle ambizioni non può farsi limitare da un allenatore che non rischia perché non vuole avere troppi problemi. Non sempre ci si può affidare ai soliti tre, Hamsik, Cavani e Lavezzi, perché se questi non sono al top la squadra ha un calo. I tre con Cannavaro e il Maggio della passata stagione sono i giocatori migliori del Napoli. Senza di loro l’organico non è competitivo. La mia perplessità è legata al fatto che il Napoli è allenato da un tecnico con tanti pregi ma con altrettanti limiti. Non credo possa essere un allenatore all’altezza di una grande squadra. Il Napoli ha un centrocampo povero, la Juve ha Marchisio, il Milan ha Pirlo o Seedorf, e via dicendo. Il Limite del centrocampo del Napoli è che è costituito da soli calciatori muscolari, non dotati di tecnica eccellente. Maggio e Dossena stanno disputando una stagione pessima, ho ancora negli occhi la cattiva prestazione di Dossena a Liverpool. È un calciatore che non ti dà superiorità numerica. La squadra di Mazzarri purtroppo è una squadra che vive solo di Hamsik, Lavezzi e Cavani che adesso sono due perché Hamsik non è in forma. Il Napoli è una squadra limitata nella qualità della rosa con un allenatore che va bene finchè si vuole arrivare ad un certo livello. Però alla società sta bene così. Mazzarri deve sperare che Lavezzi e Cavani continuino su questi livelli, deve sprovincializzarsi, togliersi dalla testa il concetto dei titolarissimi perché così facendo calano le motivazioni dei calciatori”.
 

Redazione Napolisoccer.NET – Fonte: Radio CRC
 

LEAVE A REPLY