Claudio Gentile: La morte di Gheddafi è una liberazione. Allenerò la Libia

0
40

A Tripoli c'è nato, nel 1953, da genitori siciliani, originari di Noto, in provincia di Siracusa stabilitisi lì quando il Paese nordafricano era una colonia italiana, poi con la rivoluzione libica dovettero lasciare ogni cosa e tornare da profughi in Italia.
Claudio Gentile, campione del mondo nel 1982 con la maglia azzurra dell'Italia di Bearzot, ha confermato che tornerà a Tripoli con i genitori e che accetterà la proposta che gli era stata rivolta di allenare la nazionale di calcio libica. Queste le parole riportate dal sito dell'ANSA "Finalmente la fine di un incubo, questa e' la fine che Gheddafi si meritava, è una liberazione, finalmente la notizia che aspettavano, in particolare quegli italiani come me cacciati dalla Libia".

Redazione Napolisoccer.NET

Condividi
Articolo precedenteMimmo Criscito: Napoli prendi Danny
Prossimo articoloArbitri del fine settimana: A Cagliari ci sarà Banti
Napoletano, scrittore, impara a leggere prima di riuscire a dire "a cuoppo cupo poco pepe cape, poco pepe cape a cuoppo cupo" e tutti gli altri scioglilingua in napoletano che gli insegnava suo padre. La passione per il calcio risale al nonno paterno del quale porta il nome.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here