Leggeri(Pre.Fsp-Ugl):Ultras Napoli; “Il treno andava fermato”

1
97

”Non ci sono osservatori che tengano. In prima linea ci sono gli uomini delle Forze dell’Ordine che non possono essere esposti a rischi di questo tipo”. Lo dichiara Cristiano Leggeri, presidente Fsp-Ugl per il quale ”quello che e’ accaduto in occasione dell’incontro di calcio Roma-Napoli, con il danneggiamento del treno, il disagio arrecato alla cittadinanza e il ferimento di appartenenti alle Forze dell’Ordine, e’ a dir poco intollerabile: quel treno era da far partire e fermare in una stazione intermedia, per consentire alle Forze dell’Ordine di procedere all’identificazione e alla denuncia di tutti gli occupanti. Ma cio’ puo’ avvenire solo se si e’ veramente disposti a garantire la legalita’ in tutte le sue sfaccettature". Per Leggeri, "servono strumenti normativi seri che fungano da deterrente per criminali vestiti da tifosi. La proposta della Fsp-Ugl e’ di prevedere, ad esempio, il sequestro preventivo obbligatorio dei beni, mobili e immobili, e la successiva confisca all’esito del giudizio, ai i soggetti colpevoli dei reati in danno delle Forze dell’Ordine nell’ambito delle manifestazioni sportive. Quindi, istituire un fondo dove far confluire questi beni e utilizzarli per risarcire chi vede settimanalmente calpestata la propria dignita’ di uomo e di tutore dell’ordine”.
Redazione NapoliSoccer.NET – Fonte: Adnkronos



1 COMMENTO

  1. riflessioni:

    quelli che sono andati a roma non rappresentano i napoletani, non sono tutti cosi’.
    quelli che rano a scampia che tiravano le molotov all polizia non sono napoletani.
    quelli che buttano le immondizie in strada e le bruciano non sono napoletani.
    quelli che buttano l’immondizia in strada e poi le danno fuoco non sono napoletani.Qunado vanno ad arrstare i camorristi e la gente gli tira dietro di tutto dalle finestre..non sono napoletani.

    Dove sono allora i napoletani??

    Ridicola gente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here