Partito l’ultimo scaglione di “tifosi” azzurri.

4
64

In totale sono 5 i tifosi arrestati: 2 napoletani e 3 romanisti. Denunciato anche un laziale.
Due tifosi napoletani e tre romanisti arrestati e altri due giovani denunciati, uno della Roma e l’altro della Lazio; un ultra’ napoletano rimasto ferito mentre scavalcava i cancelli dello Stadio Olimpico; tafferugli tra supporter partenopei e le forze dell’ordine alla Stazione Termini, dove sono stati accesi fumogeni e fatti esplodere petardi, prima della partenza per Napoli. E’ il bilancio di quanto accaduto nella capitale per la partita Roma-Napoli. Prima dell’inizio dell’incontro sul lungotevere Maresciallo Diaz la Digos della Questura di Roma ha arrestato C.G. di 21 anni, tifoso della Roma; gli agenti lo hanno sorpreso mentre si si disfava di un martello con testa cilindrica in ferro e manico in legno, del peso di circa 800 grammi. Sempre la Digos ha fermato tre persone sospette poco prima dell’inizio della partita trovate con 9 petardi. S.L.A. di 23 anni, tifoso della Roma, con precedenti specifici e’ stato arrestato per possesso di materiale esplodente, mentre gli altri due giovani (uno tifoso della Roma e uno della Lazio) F.L. di 20 anni e C.G. di 28 anni sono stati denunciati per possesso di artifizi pirotecnici. Prima dell’inizio della partita la polizia ha arrestato un tifoso della Roma, C.G. di 23 anni, sorpreso mentre stava rapinando un altro tifoso nei pressi dello Stadio. A partita iniziata, gli agenti del commissariato Prati hanno arrestato per possesso di artifizi, nonche’ per resistenza a pubblico ufficiale un tifoso del Napoli, D.D. di 20 anni, arrivato allo Stadio verso la fine del primo tempo. E un supporter del Napoli e’ rimasto ferito mentre scavalcava i cancelli dello stadio. Portato in ospedale, al Santo Spirito, e’ stato giudicato guaribile in sette giorni. Nel corso della partita investigatori della squadra mobile e del commissariato Prati hanno sequestrato nello stadio, a ridosso del settore ospiti, 7 coltelli, 8 aste, una mazza in ferro con punta, vari bulloni di ferro, un martello frangivetro, 9 artifizi pirotecnici ed una torcia bengala delle Ferrovie dello Stato. A fine partita, invece, personale del reparto mobile della Polizia ha arrestato un tifoso del Napoli, B.M. di 22 anni, notato a bordo di un pullman diretto alla stazione Termini con un coltello in mano. E proprio alla stazione Termini ci sono stati tafferugli tra forze dell’ordine e tifosi napoletani, i quali in un primo momento non volevano pagare il biglietto. Partiti in due trance, prima 1500 e poi altri 1000, i napoletani hanno lasciato la capitale poco prima delle 23.00.
Redazione Napolisoccer.net



4 Commenti

  1. Purtroppo queste bestie non proveranno vergogna per quello che hanno combinato oggi nelle stazioni di Napoli e Roma (dove nel frattempo si trovavano anche bambini ed anziani impauriti dalla loro violenza e dai loro petardi).

    Non ci resta che sperare che le forze dell’ordine facciano il loro dovere e che ne rinchiudano il maggior numero possibile (e sperando che i giudici non li scarcerino in 1 ora…)

    Un napoletano schifato.

  2. Da napoletano chiedo mi vergogno di queste notizie che purtroppo non sono nuove…Queste persone fanno davvero schifo e sono persone totalmente folli e prive di passione sportiva! Comprano il biglietto solo per il dopo-partita, propensi a creare caos e fare del male! Far esplodere un petardo in una stazione ?????? Autentica follia.
    Sono davvero disgustato e spero che queste persone siano rinchiuse in cella per anni. chiedo nel mio piccolo scusa ai romani e agli sportivi.
    La mia soluzione non è squalificare il san paolo, ma vietare tutto l’anno le trasferte per iniziare e rendere i controlli e le punizioni molto molto più pesanti! Se la legge fosse durissima come in Inghilterra, non si verificherebbe tutto ciò! Speriamo che si faccia giustizia! noi napoletani per bene siamo stanchi di infanfare il nome della nostra bellissima città per un gruppo di schifose bestie che non sono degne di campare!

  3. ma dico io… non potevano fermare il treno in a metà strada in una zona disabitata e dopo aver fatto scendere il personale delle FFSS che sono persone oneste che lavorano)… bloccavano le porte e davano fuoco al treno???… tanto sicuramente non avremmo sentito la loro mancanza… perdonatemi lo sfogo un po pesante… ma cmq… per questa IMMONDIZIA UMANA che abbiamo in città… non esiste discarica che può contenerla con tranquillità… ci vorrebbe solo l’inceneritore. Ringraziamo come sempre questa minoranza di bestie uscite dalle gabbie per l’ennesima figura di ***** in cui hanno immerso tutti noi tifosi civili e soprattutto la città.

  4. Quei delinquenti non li dovete chiamare “tifosi” del Napoli ma “IMMONDIZIA” di Napoli. E stato fatto tanto per togliere l’immondizia dalle strade ed è rimasta questa massa di delinquenti che si fa chiamare “tifosi”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here