Megaride Basket Napoli: L’onore delle armi

0
27

La Megaride esce sconfitta dalla gara interna con Venafro riuscendo a tenere il contatto fino al terzo quarto. Buoni gli schemi di gioco dei napoletani che, portano l'uomo al tiro con facilità, ma i giocatori della squadra napoletana non trovano la precisione che fa vincere le partite. I numeri dicono che i padroni di casa tirano con il 52% di successo da 2 (stessa percentuale di Venafro) e con solo il 25% da 3 contro il 54% della capolista.

I napoletani riescono a tener testa ad una squadra costruita per vincere riescendo anche a portarsi avanti di un pugno di lunghezze, sintomo comunque di un carattere che servirà nei momenti più "caldi" della stagione, quando magari acquisita una maggiore esperienza, certe occasioni non saranno sprecate.
Parte forte Venafro e segna un parziale di 3-12 prontamente rintuzzato da una Megaride che fa della difesa aggressiva e pronta al contropiede, la sua arma migliore. Il primo quarto si chiude con Venafro avanti di un punto (24-25).
Il secondo quarto vede ancora i padroni di casa molto concentrati e pronti a sfruttare ogni errore degli ospiti (saranno 19 le palle recuperate dagli uomini di coach Massaro a fine gara) mentre è Mengoni con le sue triple a mantenere i molisani in partita. La frazione di gioco si chiude con Napoli avanti di due punti (42-40).
Nel terzo quarto Alesse (23 punti, alla fine, per lui) a favorire con le sue giocate il vantaggio parziale del Venafro che, chiuderà avanti di otto punti la penultima frazione di gioco (55-63).
La quarta frazione è sostanzialmente pari e sancisce il vantaggio di otto lunghezze che determinerà la sconfitta della squadra di casa.

Megaride Basket NapoliFarmacia Sardella Venafro 74-82 

Parziali: 24-25; 42-40; 55-63; 74 82

Megaride Basket Napoli:

D’Angelo, Mangiapia 3, Cristiano 17, Mangani 5, Arena 13, Tredici 11, Morgillo 7, Domenicone 6, Conte 3, Manzo, Tammaro 9.

Coach Massimo Massaro

 

Farmacia Sardella Venafro:

Cardarelli E., Mengoni 15, Cardarelli A., Ferraro 13, Minchella 4, Alesse 23, Jelic 2, Brusello, Parlato, Trentini 7.

Coach Arturo Mascio

 

Domenico Infante – Napolisoccer.NET

LASCIA UN COMMENTO