Spalletti: “E’ un match delicato”

0
28

Arrivato il trasnfert per Menez. Il trequartista francese partirà dalla panchina.
L’allenatore della Roma Luciano Spalletti ha rilasciato un’intervista in merito alla prima partita di campionato con il Napoli in programma domani pomeriggio all’Olimpico. Il tecnico inizia con un appello ai tifosi: "Mi farebbe piacere che, come noi cerchiamo di vincere attraverso lo spettacolo, altrettanto facessero gli sportivi sugli spalti. I tifosi devono essere compatti con noi nel lanciare un messaggio che puo’ essere d’aiuto anche per vincere le partite".
"Siamo in condizione di giocare e vincere la partita", dice l’allenatore giallorosso. "E’ un match delicato anche perche’ e’ il primo. Abbiamo davanti una buona squadra e una citta’ importante del nostro palcoscenico calcistico, sara’ una partita difficile". A chi gli domanda se la Roma potra’ lottare anche quest’anno per lo scudetto, Spalletti risponde: "Confermo che la Roma e’ una fra le 5-6 squadre importanti del nostro campionato. E’ sempre la stessa Roma -aggiunge-, conta poco avere un giocatore in piu’ o in meno se non li hai allenati e se non c’e’ la loro disponibilita’". Nella prima partita vera contro l’Inter, nella Supercoppa italiana, i giallorossi hanno incassato una sconfitta ai rigori: "Ma ho avuto solo indicazioni positive, a parte l’amarezza dei calci di rigore. Quella partita ha confermato che ce la possiamo giocare anche con squadre di questo livello". La Roma ha un motivo in piu’ per far bene: "Il ricordo e soprattutto l’esempio che ha dato Franco Sensi a questa citta’ e al calcio in generale ci accompagnera’ e sara’ un valore aggiunto da portare sul campo".
Contro il Napoli, Spalletti avra’ a disposizione anche il neoacquisto Menez, per il quale e’ arrivato il transfer. Restano in dubbio Aquilani e Perrotta: "Perrotta mi preoccupa un po’, Aquilani penso di no. Vanno visti sul campo e va fatto un consulto medico. Spero che ce la facciano tutti e due come mi avrebbe fatto piacere avere Taddei e Totti". Sulle condizioni del capitano giallorosso, Spalletti afferma: "Francesco e’ fermo, sta facendo le cure. Sente ancora dolore sul piede per questo trauma. Bisogna vedere lo sviluppo". Definitivamente chiuso il caso Cicinho: "Si e’ allenato bene, ha fatto quello che doveva fare", sottolinea Spalletti, che poi si concede una riflessione sul mercato: "Sono soddisfatto anche se non e’ arrivato Mutu. Avevamo lavorato su di lui e poi la Fiorentina ha deciso di tenerlo. Ma siamo contenti che sia arrivato Baptista e siamo stati bravi a prenderlo. Il mercato della Roma e’ importante e corretto, poi c’e’ sicuramente chi ha fatto meglio ma siamo in grado di competere con i colossi che incontreremo, sia in campionato che in Champions". Menez e’ l’ultimo colpo? "Penso che non si faccia piu’ niente, puo’ darsi che ci sia qualche giocatore che voglia giocare con continuita’…e poi puo’ sempre enire fuori l’occasione che qualsiasi societa’ sara’ pronta a cogliere".
Redazione NapoliSoccer.NET – Intervista dell’Adnkronos

LASCIA UN COMMENTO