Longo (ex Napoli e Parma): “Punto sul Napoli. Inler è uno dei migliori centrocampisti in circolazione”

0
98

In vista della sfida di sabato prossimo tra Napoli e Parma, PianetAzzurro ha intercettato in esclusiva un doppio ex delle due squadre. Raffaele Longo, cuore napoletano, ex centrocampista che da poco ha appeso le scarpette al chiodo e sta studiando da allenatore. Di seguito la sintesi delle dichiarazioni:

Raffaele, ti aspettavi un Napoli così competitivo?
"Rimango tifosissimo del Napoli, lo seguo ogni settimana. Eh si, mi aspettavo questa escalation del Napoli, soprattutto dopo lo strepitoso campionato dell'anno scorso. La crescita è stata possibile anche grazie all'acquisto di un giocatore come Inler che è uno dei migliori centrocampisti che ci sono in circolazione. L'inserimento dello svizzero credo abbia fatto molto bene anche a Gargano, lo ha deresponsabilizzato in fase di costruzione del gioco, consentendogli di esprimere tutta la sua energia in fase di recupero palla".

Un Inler che ricorda un po' Raffaele Longo.
"Beh, Inler è un centrocampista che rispetto a me è più forte fisicamente, la sua fisicità si sente molto in mezzo al campo".

Il solo inserimento di Inler è stato sufficiente per far crescere così tanto la squadra azzurra?
"Fondamentale è stata anche la continuazione del rapporto con Mazzarri. Il mister ha fatto un lavoro eccezionale sull'assetto difensivo. Poi, inutile parlare del trio offensivo del Napoli che è uno dei migliori d'Europa a livello di gioventù, freschezza e realizzazione. Permettimi, poi, di fare un elogio particolare a Paolo Cannavaro che nelle ultime tre stagioni ha disputato dei campionati strepitosi e credo meriti ampiamente la Nazionale. Inoltre so quanto è difficile da napoletano affermarsi nella propria città e lui lo ha fatto alla grande, sapendo rialzarsi dopo un breve periodo di difficoltà. Paolo ora è il leader di questa squadra sia a livello difensivo che all'interno dello spogliatoio: il vero raccordo tra la squadra, la società e i tifosi. Tanti complimenti al capitano che ha saputo cancellare autentici campioni come Dzeko, Aguero e G. Rossi.".

Da ex centrocampista, non ritieni siano pochi 4 centrocampisti dovendo il Napoli disputare tre competizioni? A gennaio potrebbero arrivare Muntari o Biagianti.
"Dzemaili è un ottimo centrocampista, così come Donadel, ma attualmente come stanno giocando Inler e Gargano credo sia difficile cambiare. Bisognerà vedere come recuperano gli infortunati. Certo, se sono tutti al 100% credo che quattro centrocampisti per due posti possano essere sufficienti. Ovviamente, poi, senza alterare gli equilibri della squadra, se dovessero arrivare Muntari o Biagianti credo che sarebbero ben accetti dall'allenatore".

Qual è il tuo pronostico per Napoli-Parma?
"Il Parma è una buona squadra con uno Giovinco scatenato. È una gara da prendere con le molle, ma credo che il Napoli sia nettamente favorito anche se il martedì successivo c'è la partita di Champions è qualcosina potrà perdere. Son convinto e mi auguro però che il Napoli alla fine vincerà" .

Ritieni davvero possibile lo scudetto per il Napoli?
"Se il Napoli non dovesse giocare la Champions sarebbe la primissima candidata al titolo anche vedendo come si stanno esprimendo le milanesi. Però, giustamente sia il presidente che la squadra ci tengono alla Champions e proveranno ad andare avanti in un girone difficilissimo. Io punto sul Napoli. Subito dietro c'è la Juventus in virtù del suo grande entusiasmo e per non dover disputare tornei europei. Poi, non trascurerei un ritorno delle due milanesi. E poi bisogna sempre avere uno sguardo su Roma e Lazio, anche se per la squadra di Totti occorrerà ancora un po' di tempo per essere competitiva al 100%, una volta amalgamatasi darà fastidio a tutte".

Raffaele, un tuo pronostico anche sul derby capitolino e su Milan-Palermo.
"Abito a Roma e potrai immaginare il clima che si respira già da un po'. Soprattutto con le radio locali scatenate. Bisognerà capire se recupera Totti. Comunque in questo momento la Lazio è favorita in virtù di un gruppo più consolidato. Nell'altra partita se il Milan recupera qualche elemento in difesa e in attacco alla fine potrebbe spuntarla, anche perché la squadra di Mangia è temibile soprattutto in casa per la sua gioventù e giocare a San Siro fa sempre un certo effetto".

Il saluto di Raffaele Longo ai tifosi del Napoli.
"Un grande abbraccio a tutti gli splendidi tifosi del Napoli che porto sempre nel cuore e che finalmente stanno raccogliendo quanto seminato in questi anni. Spero di festeggiare insieme a loro a fine campionato quella parolina che non vogliamo pronunciare ma che pensiamo tutti.".

Fonte: pianetazzurro.it



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here