De Laurentiis: “Con il Benfica ce la giocheremo alla pari”

5
16

Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis è intervenuto in diretta su Radio Marte nel corso di Marte Sport Live per commentare il sorteggio del primo turno di Coppa Uefa che vedrà la squadra azzurra opposta al Benfica:
"Non era quello che desideravamo ma il sorteggio è sorteggio e non recriminiamo nulla. Dobbiamo essere coscienti del nostro valore, siamo una componente del calcio in forte crescita, non possiamo neanche illuderci che affrontando i più deboli diventiamo più forti, questo capita solo ai vigliacchi. Dal punto di vista egoistico avrei preferito ungli spagnoli del Santander o i rumeni della Dinamo Bucarest, ma il calcio è questo.

A settembre ci aspetta un tour de force tra campionato e coppa. Dopo la pausa della Nazionale abbiamo 7 partite difficili, a cominciare dalla Fiorentina in campionato e dal Benfica al San Paolo tra il 14 e il 18 del mese. Non faccio promesse che non posso mantenere ai tifosi; in questo nostro secondo anno di serie A dobbiamo ancora crescere. La nostra squadra è competitiva, anche le seconde linee hanno dimostrato ieri sera il loro valore, seppure contro una squadra debole come il Vllaznia. Però dopo il 3-0 dell’andata avremmo potuto snobbare il ritorno, ed invece – anche perchè avevamo 35mila spettatori al San Paolo – abbiamo onorato l’impegno e i giocatori hanno dato spettacolo, segnando 5 reti. Con queste premesse possiamo affrontare qualunque avversario, anche il Benfica. Ad ogni modo è meglio affrontare subito le squadre importanti, in modo da considerare questo nostro secondo anno progettuale, un primo anno vero. Non possiamo pensare di essere aiutati, non vogliamo essere aiutati. Vogliamo, invece, prendere atto delle nostre potenzialità, migliorarci e far tesoro degli errori, perchè anche questi fanno parte della vita professionale.
Ci toccano i portoghesi, tra i più forti in Uefa. E’ andata così non c’è nulla da recriminare, ma solo da prepararsi con serietà e serenità, sperando che l’azzurro di Napoli ci aiuti. Qui c’è un sole che colora la vita ed è già un indizio di buona fortuna. Il giorno dopo è San Gennaro? E’ sempre bella e colorita la vita a Napoli, siamo i re della sdrammatizzazione".

Sul fronte mercato i napoletano devono aspettarsi altri acquisti entro lunedì prossimo?
"Io riconfermo il pensiero delaurentisiano che è in linea con quello mariniano – osserva De Laurentiis – il nostro è un club sempre aperto. La nostra società sta ricreando le basi per una squadra che sia competitiva a tutti i livelli e che se la possa giocare con tutti. Noi non guardiamo al momento o al Suazo della situazione. Noi guardiamo ai Lavezzi, agli Hamsik e ai Santacroce, ovvero ai giocatori che hanno una progettualità essendo dei giovani. Il Napoli è un laboratorio sempre in trasformazione. Non compriamo per comprare, perchè è finito il mercato o perchè Jodlowiec non è più arrivato. Invece se uno trova l’elemento straordinario, nel quale crede, è bene che lo lasci parcheggiato altrove per prenderlo materialmente a gennaio o giugno. Questo significa avere un cantiere aperto sempre, dodici mesi all’anno. Questo significa pensare davvero al futuro".
Redazione NapoliSoccer.NET
 

5 Commenti

  1. Caro presidente. Con la enorme stima che nutro nei suoi confronti,mi permetto di non essere d’accordo con lei. Credo che il Benfica,era una delle peggiori,se non la peggiore squadra che potesse capitarci. Le qualità in campo non credo siano proprio alla pari. Il Benfica oltre che uno spessore tecnico superiore,ha dalla sua parte una esperienza europea che al momento noi non abbiamo assolutamente. Spero che da questo scontro ne usciremo a testa alta,e sperando di sovvertire un pronostico che soggetivamente ci vede molto svantaggiati.
    Sempre e cmq FORZA NAPOLI!

  2. Angel Di Maria è veramente un grandissimo trequartista sinistro, secondo me destinato a raggiungere i vertici del calcio europeo. Pablo Aimar, Suazo, Reyes, Gomes… insomma le qualità ci sono nel Benfica.

    Forse è una delle squadre più forti della Coppa Uefa. Speriamo bene davvero specialmente in una bella rete di Ezequiel che ha perso il posto in nazionale proprio a vantaggio di Di Maria… un goal per riprendersi la maglia! FORZA EZEQUIEL!

    ps: Presidè ma Di Maria non ti piace? Io lo adoro…

  3. salve ragache si puo’ dire mi viene in mente una batuta di un film che recita che furtuna furtunat per dire peggio di cosi non ci poteva andare 2 erano le squadre che dovevamo evitare il milan ed il benfica e la seconda guarda caso l’abbiamo beccata noi ma adire il vero non mi perocupa neanche il fatto che abiano gente come di maria reyes suazo e gomes mi peocupa che reja dovrebbe cambiare il suo modulo con 3 difensori e mettere un piu’ coperto 4-4-2perche’ oggettivamente con tutti igiocatori che si ritrovano che possono cambiare la partita in qualsiasi momento rischiamo che come minimo ci corcano di mazzate chiudo concludeno che la squadra fatta da’ marino cosi com’e non va oh quindi comincia afare le cose come si deve oppure se ne puo’ anche tornare ad udine ciao ed un saluto a tutti e sempre e solo forza napoli

  4. obbiettivamente loro ci sono superiori,poi si gioca il ritorno in portogallo e questa è una cosa che va a nostro svantaggio.Non mi preoccuperei dell andata al San Paolo vi ricordo che l anno scorso qui di sera abbiamo battuto squadre come Inter (che nn perdeva da 1 anno) Milan e Fiorentina quindi il Benfica non deve far paura…il problema sarà non prendere gol al ritorno..

LASCIA UN COMMENTO