Scudetto: un sogno possibile

5
31

Nell'immaginario collettivo la Champions League è il sogno proibito, il traguardo off limits, uno scoglio insormontabile. Nonostante questo, De Laurentiis e Mazzarri hanno pubblicamente ammesso che la competizione europea più prestigiosa resta, rispetto al campionato, l'obiettivo prioritario da perseguire in questa stagione. Oggettivamente, anche se è comprensibile voler ben figurare al cospetto dei club più blasonati d'Europa, non bisogna sacrificare più del dovuto il campionato italiano, per non trovarsi a fine anno con un pugno di mosche in mano. Il percorso intrapreso con il “progetto Napoli” può dare i suoi frutti da quest'anno, con un organico già competitivo, rinforzato e completato soprattutto per ciò che riguarda le seconde linee. Non sfruttare in campo nazionale la ghiotta occasione di lottare fino all'ultimo per il titolo sarebbe un errore imperdonabile. Una chance irripetibile. Il Napoli in questo scorcio di stagione ha letteralmente surclassato le due milanesi e dimostrato che il processo di maturazione è in stato avanzato. Con la Juventus che ha cambiato tanto (Vucinic, Pirlo, Vidal, Elia, Lichtsteiner, Giaccherini, Pazienza ecc…), con l'Inter che non ha rimpiazzato adeguatamente Eto'o e sembra un squadra logora e appagata e con il Milan che, seppur vanta tra le file della sua rosa campioni di spessore internazionale, non ha avuto un impatto felice con l'inizio del campionato, la compagine azzurra è sicuramente una tra le candidate più affidabili per la corsa al tricolore. Inler era il tassello mancante di un puzzle completato con il suo arrivo. Il faro di un centrocampo che aveva bisogno della sua luce. Mazzarri ha dato alla squadra un'organizzazione di gioco, trovando schemi e meccanismi giusti che esaltano le caratteristiche dei singoli calciatori. Con queste premesse il sogno scudetto non è più una chimera. E come nel 1989/1990 (anno del secondo scudetto azzurro), la penultima giornata di campionato il Napoli sarà di scena a Bologna. Sarà mica un segno del destino?

Antonio Catapano – Redazione Napolisoccer.NET

5 Commenti

LASCIA UN COMMENTO