Game Over – Iacobelli “Il Napoli è cambiato: è una delle pretendenti allo scudetto”

5
21

gameover

Appuntamento con "GAME OVER", la rubrica settimanale di approfondimento e di analisi sull'ultima partita del Napoli, curata da mister Agostino Iacobelli per Napolisoccer.NET.
 
E' passato quasi un anno da quando il Napoli affrontò il Milan per giocarsi lo scudetto. La partita finì 3-0 per i rossoneri e gli azzurri salutarono definitivamente la corsa al primo posto, anche a causa delle sviste arbitrali di un certo arbitro Rocchi. Ma rispetto a quella partita è impressionante vedere come la squadra partenopea sia cambiata in così poco tempo. Un anno fa Pazienza e Gargano venivano sovrastati da Van Bommel e Flamini, mentre Jankulovski, sulla sinistra, dettava legge ad un malcapitato Maggio. Quel Napoli dimostrò di non essere ancora pronto al grande salto.
Sabato sera, invece, a San Siro si è vista un'altra squadra, una grande compagine che non teme più nulla e nessuno, in grado di rifilare sei reti alle squadre di Milano in due soli incontri.
Il campo ha dato il suo respondo, vedere Inler e Gargano affrontare senza soggezione Zanetti e Cambiasso; Maggio correre per tutto il campo e demolire prima Chivu, poi Nagatomo; Cannavaro e Aronica tenere a bada un bomber com Pazzini è qualcosa di eccezionale. Senza contare che mancava un certo Cavani ed il Napoli ha comunque segnato tre reti. Tutto ciò fa capire che questo Napoli è forte ed è senza dubbio la maggior pretendente al titolo assieme alla Juventus.
Un'ultima parola la vorrei spendere sull'arbitraggio. Gli errori di Rocchi hanno sicuramente favorito il Napoli: le ammonizioni di Obi sono state scandalose, però nel calcio ci sta, la classe arbitrale ha sempre sbagliato e sempre sbaglierà. Quello che non condivido è però l'atteggiamento di Mazzarri. Perché quando gli errori arbitrali lo sfavoriscono parla di partite condizionate, e quando sono a suo favore dice che possono capitare?
Forse in tutto questo ha ragione De Laurentiis… la moviola in campo potrebbe essere l'unica soluzione per "aiutare" gli arbitri a non sbagliare.
 
Agostino Iacobelli per Napolisoccer.NET

5 Commenti

  1. ottima analisi mister…condivido pienamente che il napoli ha fatto un salto di qualità e che gli errori arbitrali ci sono e ci saranno sempre…forza napoli!!!

  2. Condivido appieno l’analisi del mister. Aggiungerei che la maturazione mentale ha portato il napoli a giocare di più con la palla a terra ed i risultati si sono visti.
    Sto dalla parte di De Laurentis (anche se a volte parla troppo) e della società.
    Mazzarri lo critico per tre motivi:
    1) perchè in molti sembrano già aver dimenticato il suo atteggiamento mostrato verso il napoli l’anno scorso, che ha influito in negativo sulle ultime prestazioni di campionato (forse anche sullo scudetto);
    2) non ammette mai i suoi errori quando si perde; in pratica non è mai colpa sua; anzichè criticare la prestazione della squadra criticasse se stesso ed il fatto che anche lui dovrebbe maturare di più sul piano tattico;
    3) in tanti giustamente fanno rilevare che la campagna acquisti per certi versi è stata scriteriata: vgs lucarelli, la cessione di ruiz, l’acquisto di britos, ecc…;
    in pratica la colpa non è della società ma di mazzarri che ha voluto tali e tanti giocatori (alcuni inutili).
    Pertanto, il vero tifoso del napoli è colui che cerca sempre di far rilevare gli errori (o presunti tali) e le cose che potrebbero essere migliorate per il bene della squadra e del nostro cuore e sangue azzurro.
    Forza Napoli.

  3. Le affermazioni di Mazzarri lo rendono antipatico, peccato perchè sta dimostrando di essere un grande allenatore. La partita di sabato contro l’ Inter è vero che è stata condizionata dall’episodio del rigore ma sono convinto che quella partita il Napoli l’avrebbe vinta lo stesso, in questo momento siamo superiori alle milanesi, attenzione però alla Juve e alla Roma, queste due squadre hanno organici competitivi e se trovano la giusta quadratura in campo diranno la loro fino in fondo. Anchio sono per la moviola in campo, è l’unico strumento che può zittire tutte le malelingue!!!!!!

LASCIA UN COMMENTO