Somma, allenatore: “Hamsik era un predestinato”

0
22

Somma“Hamsik ti auguro di vincere il pallone d’oro e lo scudetto col Napoli”
A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Mario Somma, ex allenatore del Brescia che ha rilasciato alcune dichiarazioni nel giorno del ventiquattresimo compleanno di Hamsik: “Marek a Brescia giocò anche come terzino sinistro, dico questo per sottolineare come lo slovacco sia un giocatore duttile. Noi eravamo una squadra abbastanza importante perchè avevamo in rosa giocatori di un certo spessore come Mannini, Hamsik, Possanzini. Non potevamo lasciare fuori Marek seppure fosse giovanissimo. Successivamente lo abbiamo spostato a centrocampo ma al di là del ruolo il Brescia ad inizio stagione necessitava di un rigorista e Marek vinse la gara per la scelta del rigorista perché su 30 rigori non ne sbagliò neanche uno. Questo dimostra il suo valore. La cosa clamorosa però fu che alla seconda partita del campionato in casa contro il Treviso al 94° sul risultato di 1-1 ci fu un rigore a favore nostro, Possanzini prese il pallone e lo diede in mano a Marek per farlo tirare. È stato il segnale di grande riconoscimento nei confronti dello slovacco e questo fa capire che giocatore di spessore sia Hamsik.
Hamsik era un predestinato, a livello personale dico che Marek è un ragazzo da presentare alla propria figlia. È un ragazzo eccezionale ed è sempre sorridente, è davvero un piacere lavorarci insieme. Dal punto di vista professionale gli auguro di vincere lo scudetto col Napoli.
Se Hamsik vincesse qualcosa di importante con un club, avrebbe le motivazioni giuste per puntare anche a vincere il pallone d’oro.
Il presidente azzurro ha molte ambizioni, non si accontenta del piazzamento Uefa e vuole sempre di più. La piazza partenopea ha una risonanza internazionale di alto livello. I progetti ambiziosi di De Laurentiis sono stati confermati dal fatto di aver trattenuto i calciatori migliori.
Credo che il Napoli voglia costruire anche una nuova struttura nel settore giovanile e questo è molto importante perchè in tutti i settori giovanili ci sono dei calciatori campani.
È un onore essere accostati alla maglia del Napoli. Auguro alla società di diventate sempre più grande.
Ritengo Hamsik uno dei calciatori più forti che abbia allenato”.
Redazione NapoliSoccer.NET – Fonte: Radio Crc
 

LASCIA UN COMMENTO