Reja: “L’obiettivo è far bene su tutti i tre fronti”

1
20

"Fa piacere essere indicati come possibile sorpresa della stagione". Edy Reja fa professione di equilibrio ma parallelamente legittima la buona considerazione che il Napoli sta ottenendo sul palcoscenico nazionale.

Non crea ansia questa grande attesa, mister?

"Mah, a me sembra ovvio che dopo il gran lavoro svolto in questi anni il Napoli stia ottenendo delle gratificazioni dal punto di vista sia tecnico che morale. Questo va senz’altro ascritto al merito della Società che ha portato avanti un progetto solido e lungimirante. Chiaro che bisogna sempre cercare di migliorarsi. Alla fine è il campo che dà i suoi verdetti. Noi ne siamo consapevoli e se da un lato siamo contenti di tanti attestati di stima, dall’altro sappiamo che dovremo mantenere un equilibrio stabile e rimanere saldamente concentrati sugli impegni futuri".

Adesso c’è il Moretti, un assaggio di grande calcio…

"E’ una manifestazione che intendiamo onorare e alla quale ci fa sempre piacere partecipare. Anche perché il Moretti ci ha fatto assaporare sfide importanti quando eravamo in C. Da quel giorno ci siamo avvicinati pian piano al proscenio più alto. Abbiamo sempre ben figurato in questo torneo e intendiamo comportarci bene anche stavolta nonostante le parecchie assenze che avremo".

E’ un Napoli che saprà ‘stupire’ ancora, per usare un termine che è divenuto slogan lo scorso anno?

"Mi auguro di sì. La mentalità è quella giusta. C’è convinzione nei nostri mezzi ed anche grande voglia di migliorarsi. Mettendoci allo specchio della scorsa stagione, sappiamo che statisticamente dovremo abbassare la media gol subìti e tenere sempre alto lo score delle reti segnate. Ma l’obiettivo è quello di far bene su tutti i tre fronti: Uefa, campionato e Coppa Italia. E per fare ciò ci sarà bisogno dell’impegno e dell’abnegazione di tutti. Poi sarà il rettangolo di gioco ad esprimere i verdetti".

Napoli è colma di entusiasmo. Sentite euforia nell’aria?

"Sì, ma Napoli è una piazza fantastica anche nel modo di esternare il proprio ottimismo. Ma per come siamo cresciuti in questi anni e per come ci siamo espressi sinora in Europa è anche legittimo tutto questo entusiasmo. Chiaro che toccherà a noi tenerlo alto. Già riuscire a consolidare il ruolo acquisito nello scorso campionato con l’ottavo posto finale sarebbe un traguardo lusinghiero. Ma in ogni caso sappiamo che i tifosi azzurri stanno apprezzando il nostro lavoro e ci saranno vicini in ogni caso".

sscnapoli.it

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO