Trofeo Birra Moretti: Ultimi test in attesa del campionato

0
59

Ancelotti che si augura una finale di Coppa Uefa con il Napoli, De Laurentiis che ringrazia Berlusconi per l’impegno nell’emergenza rifiuti, Ranieri che ricorda ”il pezzo di cuore lasciato a Napoli”. E’ un prologo all’insegna dell’amicizia quello del Trofeo Birra Moretti: giovedi’ sera, pero’, le tre partitelle da 45′ per succedere all’Inter nell’albo d’oro saranno tremendamente ”vere”. La dodicesima edizione del trofeo precampionato, la quarta a Napoli, esibisce l’esordio del Milan, che ha sostituito l’Inter, e costituisce l’ultimo test vero prima dell’inizio del campionato il 30-31 agosto. Juventus e Napoli ci arrivano, nonostante le molte assenze, gia’ rodate dopo i preliminari di Champions League e Coppa Uefa, mentre il Milan dovra’ dimostrare di avere imboccato la strada giusta per dimenticare un precampionato difficile e la sempre piu’ complicata ricerca sul mercato di un centrale difensivo. ”Sara’ un test importante – dice infatti Carlo Ancelottivisto che non siamo usciti bene dalle ultime gare. Il periodo delle amichevoli e’ finito, ora cerchiamo una buona prestazione contro due squadre importanti, nonostante non ci siano i tre punti in palio”. Ci tiene a vincere anche Claudio Ranieri, che deve pure cominciare a cercare gli equilibri per fare a meno dell’infortunato Chiellini: ”Noi e il Napoli – dice il tecnico bianconero – siamo a buon punto della preparazione visti i preliminari europei, ma non possiamo essere al 100%, la forma per 90 minuti va cercata proprio grazie a questi tornei, utilissimi per trovare i giusti meccanismi”. Meccanismi che cerca anche il tecnico azzurro Edy Reja: il Napoli contro il Vllaznia ha funzionato, ma il test non era attendibilissimo. Contro Milan e Juve, l’allenatore friulano provera’ ancora la cerniera di centrocampo Blasi-Pazienza, che sembrano garantire maggiore copertura, ma sanno anche alternarsi nel costruire. Il San Paolo attende poi il ritorno di Zalayeta: l’ex juventino sembra pronto a dimenticare l’infortunio, potrebbe scendere in campo, insieme al nuovo arrivato Russotto, meteora incolpevole della delusione olimpica azzurra. Tanti i motivi tecnici, quindi, ma anche la voglia di spettacolo: al San Paolo, dove sono attesi oltre 50.000 spettatori, tra una partita di 45′ e l’altra (si comincia alle 20:30 con Napoli-Juventus, poi i due incroci con il Milan) si esibira’ Anna Tatangelo, mentre negli spogliatoi della Juve curioseranno prima del via le telecamere Mediaset.

Redazione NapoliSoccer.NET – Fonte: Ansa



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here