Albertino Bigon (ex allenatore) : Deve tornare lo spirito “Napoli”

1
8

bigonalberto-internetCon la Fiorentina non abbiamo visto il miglior Napoli, ci piace ricordare di più il Napoli visto a Manchester o quello che ha battuto il Milan al San Paolo. Ci auguriamo tutti che l’aria della Champions League faccia ritornare quello spirito che ha fatto del Napoli una grande squadra." Sono le parole di Albertino Bigon, ex allenatore del Napoli durante il suo intervento ai microfoni di "Si gonfia la rete" trasmissione di Raffaele Auriemma in onda su Radio CRC, il quale proseguendo ricorda che il Villarreal va affrontato "…con lo spirito combattivo e la saggezza tattica dimostrata contro i campioni del Manchester City. Domani il Napoli dovrà fare la partita con intelligenza, senza sbilanciarsi troppo perché il Villarreal dispone di calciatori micidiali in attacco." e così prosegue: "Una volta le partite si giocavano sui 180’ adesso si giocano sul pericolo del risultato per cui certi calcoli si possono anche fare. Una volta la squadra che giocava in casa doveva fare risultato positivo a tutti i costi perché poi andare a vincere in trasferta e riequilibrare il risultato non era facile. Prima c’era più pressione, invece adesso con la formula a gironi è cambiata l’impostazione." L'allenatore del secondo scudetto ricorda poi la partita del 24 ottobre 1990, quando il Napoli fu eliminato ai rigori dallo Spartak Mosca: "Non avevamo a disposizione Diego e Careca. Quando andammo a giocare a Mosca eravamo rovinati, perchè non avevamo armi a sufficienza per sgretolare la difesa dello Spartak. Poi, quando si esce ai rigori da una competizione come la Champions League, senza avere mai subito un gol, un po’ di rammarico è ovvio che resta. Credo che perdemmo una grande occasione perché quella era l’annata giusta. Domani farò certamente tifo per il Napoli”.

Redazione Napolisoccer.NET

1 COMMENTO

  1. mi dispiace dirtelo ma tuo figlio , insieme ad aurelio, hanno fatto degli errori di mercato…marino era un po disonesto ma in quanto a competenza calcistica era piu’ affidabile….ora lo stiamo pagando speriamo che con il tempo ci ricrediamo.

LASCIA UN COMMENTO