Megaride Basket Napoli, nuovo progetto ed esordio vincente

0
51

C'è una squadra di basket che ha attratto la nostra attenzione, è la Megaride Basket Napoli, un progetto ambizioso che parte da lontano e che soprattutto punta ad arrivare lontano.
Ci ha colpito non per la campagna ingaggi sontuosa, la Megaride non ha puntato a costruire uno squadrone ammazzacampionato, almeno non sulla carta, ma per le ambizioni formative che la società si pone. L'obiettivo rimane quindi la competizione sportiva da onorare, possibilmente vincendo, ma privilegiando la crescita umana e personale, fisica e psicologica degli atleti affinché possano diventare uomini prima che giocatori professionisti. 
Megaride è il piccolo scoglio, oggi attaccato alla città, su cui si dice sorgesse la villa di Lucullo e che fa da basamento all'indiscusso simbolo di Napoli, Castel dell'Ovo.
La società ha scelto di puntare su un coach esperto (Massimo Massaro) e su un nucleo di giocatori molto giovani (tutti nati tra il '90 e il '94) a cui sono stati aggiunti Vincenzo Cristiano (1981), esperienze in A con Pozzuoli e poi in B1 e B2, e Claudio Tammaro anch'egli trentenne, giocatore che ben conosce la categoria.
La Megaride è inserita nel girone H della Lega Nazionale C di pallacanestro (quella che fino al 2008 era la C1), un girone molto difficile in cui i ragazzi di coach Massaro dovranno misurarsi con diverse squadre attrezzate per il salto di categoria.
Alla prima di campionato, la squadra si è comportata benissimo vincendo contro il Cus Taranto nel cui roster militano diversi giocatori di categoria superiore come Valentini, Moliterni, Giuffrè e Ambrosecchia, la prossima partita, sabato 1 ottobre, vedrà i ragazzi della Megaride impegnati nel derby con Airola, poi ritorneranno al Palabarbuto per due gare casalinghe con Geofarma Mola di Bari e Dynamic Venafro (che oggi giocherà contro Airola).

Il tabellino della gara:

Megaride Napoli  – CUS Jonico Taranto  78-67

Parziali: 21-16, 38-40, 56-53

Megaride Basket Napoli: Mangiapia P. 7, Cristiano V. 17, Mangani D. 17, Arena R. 4, Tredici G. 5, Morgillo I. 4, Domenicone L., Conte L. 3, Manzo A. n.e., Tammaro C. 21. Coach Massimo Massaro

Cus Jonico Basket Taranto: Greco A. 6, Ambrosecchia G. 2, Fanelli D. 19, Moliterni G. 18, Giuffre’A.M. 10, Valentini G. 4, D’Amicis M. 4, Casabuono D. n.e., Libroia R. 4, Biafora E. n.e.. Coach Nicola Leale

Arbitri:  Alessandro Verolino, Andrea Zaccarelli
 

Vittoria meritata della squadra napoletana che con il lavoro sotto le plance di Cristiano e Tammaro controlla la gara nel primo quarto e subisce il ritorno dei tarantini nel secondo, anche a causa di qualche errore di troppo al tiro. Più lucidi e determinati gli uomini di Massaro al rientro dall'intervallo lungo che nell'ultimo quarto, complice una flessione dei pugliesi, prendono il controllo del match.

Domenico Infante – Napolisoccer.NET

Condividi
Articolo precedenteBehrami: “Resta il rammarico per non aver sfruttato le occasioni”
Prossimo articoloRossi in dubbio per Napoli
Napoletano, scrittore, impara a leggere prima di riuscire a dire "a cuoppo cupo poco pepe cape, poco pepe cape a cuoppo cupo" e tutti gli altri scioglilingua in napoletano che gli insegnava suo padre. La passione per il calcio risale al nonno paterno del quale porta il nome.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here