Vllaznia-Napoli: Pià-Denis è festa sudamericana

2
59

E’ una festa sudamericana quella del Napoli, che con la doppietta di Pia’ e il primo gol dell’argentino Denis travolge gli albanesi del Vllaznia 3-0 e si mette la qualificazione in tasca. Gli azzurri, nonostante le numerose assenze, chiudono il secondo turno preliminare di Coppa Uefa gia’ all’andata, dominando la gara e dimostrando importanti passi avanti dal punto di vista atletico. Lo stadio di Scutari e’ pieno, ma insieme ai 15.000 albanesi ci sono anche 800 napoletani pronti a fare festa. I tifosi in trasferta non sembrano spaventati dall’avvio aggressivo di un Vllaznia che si sistema in campo molto corto, con poco spazio tra i reparti e le due punte Sukai e Kali che ripiegano e svariano a turno su tutto il fronte offensivo, senza dare punti di riferimento agli azzurri. La difesa di Reja, pero’, ci mette poco a fotografare la situazione e infatti il Napoli nel giro di 10′ prende il controllo del centrocampo. La doppia cerniera centrale con Pazienza e Blasi funziona, con i due che fanno interdizione e si alternano nel proporre. L’entusiasmo albanese dell’avvio diventa quindi presto preoccupazione, soprattutto sulla fascia sinistra, dove Vitale spinge molto: il problema e’ che davanti Pia’ e Denis girano a vuoto, costringendo Reja a chiedere loro di indietreggiare alla ricerca di palloni giocabili; mentre Hamsik si trova un po’ imbrigliato tra le linee e non illumina. A trasformare il predominio azzurro in gol ci pensa allora Maggio, che dopo un avvio in copertura su Lika, lascia il segno al 28′, quando infila in tunnel Belisha, va sul fondo e serve in area Pia’, che al volo non sbaglia la mira sul primo palo. Il gol non sveglia il Vllaznia il cui ritmo, anzi, cala vistosamente, mentre dall’altra parte la coppia Maggio-Pia’ regala spettacolo, con il brasiliano che tenta la magia di tacco. Ma per il raddoppio basta aspettare l’avvio della ripresa, quando ancora Pia’ schizza su un lancio di Denis dalla trequarti e si presenta davanti a Bishani, battendolo d’esterno. Gli azzurri sembrano avere ormai la qualificazione in tasca e rallentano un po’ il ritmo, ingolosendo gli albanesi che ci provano due volte con Sukai, il migliore dei suoi, e chiedono vanamente un rigore per dubbio tocco di Rinaudo su Lici. Intanto Reja, che ha gli uomini contati tra infortuni e Olimpiadi, si prende cura di Pia’ e lo richiama in panchina, mandando dentro De Zerbi. La serata di festa e’ completa alla mezz’ora, quando finalmente si sblocca Denis, che proprio su assist del nuovo entrato De Zerbi, lascia sfilare il pallone e infila, freddo, Bishani. Gli albanesi lasciano lo stadio, la strada dell’Uefa e’ saldamente azzurra.
Redazione NapoliSoccer.NET – Fonte: ANSA

2 Commenti

  1. Sono molto contento per Denis che finalmente ha fatto gol e credo che da ora in avanti sarà un continuo crescendo.
    Sul Vlazznia che dire è una squadra molto modesta, a dire il vero era molto più forte il Panionos

  2. A parte Denis che mi è piaciuto molto già alla presentazione vorrei fare i complimenti a Michele Pazienza e di conseguenza al D.G Marino di cui mi fido cecamente x serietà competenza e umanità grazie direttore

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here