Ferrara (ex Napoli): “Napoli e Juventus non sono sorprese, lotteranno per il titolo”

1
51

ferrara-ciroL'ex difensore di Napoli e Juventus, Ciro Ferrara ha rilasciato le seguenti dichiarazioni a "lastampa.it":
 
Ciro Ferrara, tra Juve e Napoli chi l'ha sorpresa?
«Devo dire, nessuna delle due. Semmai la sorpresa è delle altre, le milanesi, oltre alle romane».

Per chi tifa delle due?
(sorriso). «Non lo dico. Lo farà alla fine, se mai arriveranno a giocarsi qualcosa di importante. Mi sento profondamente legato a entrambe: sono le due metà della mia vita calcistica».

La forza della Juve?
«Antonio (Conte, ndr) sta dando la sua idea di calcio, oltre a motivazioni e rabbia, anche contro chi sarebbe inferiore, sulla carta. Poi ha scelto giocatori adatti al suo progetto. E c'è entusiasmo».

L'arma del Napoli?
«Sta continuando il percorso iniziato in questi anni, e ora è una squadra compatta, con velocità, contropiede, ripartenze rapide. Anche qui c'è entusiasmo. Si sta respirando qualcosa che io già ho sentito ai miei tempi».

Lavezzi, Cavani, Hamsik come il terzetto della leggenda?
«Davanti hanno giocatori che possono fare la differenza. Ma penso anche agli altri. A me fa impazzire Maggio, uno che ha forza, corsa, velocità, stacco di testa. Bravo in tutto. Ed è una cosa importante: Maradona, Giordano, Carnevale erano fenomenali, ma dietro noi ci facevamo un mazzo così».

Sono da scudetto?
«Penso che lotteranno per il titolo».

Nominare il tricolore in casa Juve è sacrilego?
«Non penso sia eresia. La storia impone di provarci. Poi bisogna contare l'entusiasmo che Antonio ha portato in tutto l'ambiente, e il nuovo stadio, fantastico. La Juve ha anticipato i tempi e qui va dato merito al dottor Giraudo, che ebbe l'idea, e a Blanc, che l'ha portata a termine».

Più difficile lavorare a Napoli o a Torino?
«Ci sono due pressioni differenti, anche perché le città sono diverse. La Juve è un brand europeo, mondiale, e hai tutti i mass media addosso, sempre. Però di tifosi dentro le mura non ce ne sono tantissimi. A Napoli si respira calcio 24 ore su 24. Lì però senti la pressione».

Le due milanesi, il Napoli, la Juve, è la griglia di Conte: d'accordo?
«Mi sembra che numeri di partenza non ne abbia dati, Anzi, ha aggiunto altro».

Ora non firmerebbe per nessun obiettivo.
«E fa benissimo. Come fa bene a tenere il livello basso. Deve navigare a vista, e poi è uno pratico e sveglio, che non si fa mettere in buca da nessuno. A me si chiedeva lo scudetto».

Conte è un ex compagno, un collega o un amico?
«Un amico. Se penso a quante botte ci siamo dati quando giocavamo contro. Poi l'ho sempre seguito, quando ha iniziato ad allenare, e lo chiamavo per sapere come andava».

E lui non le raccontava nulla degli schemi.
«Mi interessava capire il suo 4-2-4, ma lui niente. Se ha dei segreti, fa bene a tenerseli. Io cerco di aggiornarmi e Antonio ha proposto cose interessanti, da seguire. All'inaugurazione dello stadio abbiamo fatto due chiacchiere, mi aveva promesso una cena: spero non si sia dimenticato». (sorriso).
 
Fonte: lastampa.it

Condividi
Articolo precedenteNapoli in Piazza Plebiscito per il Santo Patrono
Prossimo articoloFesta per il Napoli a Piazza Plebiscito
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.


1 COMMENTO

  1. Dopo sessant’anni di passione per il calcio napoletano, io sono siciliano puro sangue, vedo finalmente il napoli in auge alla pari con le cosiddette grandi.
    I due scudetti passati furono frutto di un’avventura andata bene. Oggi invece c’è programmazione quasi scentifica. Un organico che non è solo fatto da giocatori, ma un assetto straordinario tipo juve. Una società creata nel tempo e per vincere tantissimo.
    Vedrete che quest’anno avremo: scudetto e champions.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here