Un Napoli sontuoso “mata” il Milan con una tripletta di Cavani

14
17

pagelle

Le pagelle di Napolisoccer.NET: Napoli-Milan 3-1.

 
De Sanctis: strepitoso nel salvare su Aquilani, la sua parata vale quanto un gol. Si disimpegna in più occasioni dimostrandosi portiere di sicuro affidamento. 7
 
Campagnaro
: passare dalle sue parti è come voler scalare l'Everest. Grinta, abnegazione e determinazione sono il mix vincente della miscela che caratterizza la sua prestazione maiuscola. 7
 
Cannavaro
: bravo nel non farsi attirare fuori posizione da Pato. Lo francobolla e spesso lo anticipa togliendogli spazi e tempi di gioco con un'asfissiante marcatura. Nei momenti di difficoltà si toglie d'impaccio con con consumata esperienza 6,5
 
Aronica
: usa indistintamente la clava ed il fioretto e mette in mostra una condizione fisica invidiabile. Perfetto in marcatura non scompone col pallone tra i piedi e spesso esce a testa alta e palla al piede dalla difesa. 7
 
Maggio
: è un portento della natura, domina sulla corsia di destra il suo avversario mantenendosi lucido anche in fase difensiva. In varie occasioni i suoi ripiegamenti sono il valore aggiunto in difesa. Raddoppia sempre l'uomo e si propone ai compagni. 7
 
Inler
: parte in sordina ma con il passare dei minuti la sua gara acquista qualità e quantità. Dirige la manovra e copre il campo dimostrandosi l'imprescindibile collante dei reparti. 6,5 
 
Gargano
: dinamo inesauribile del centrocampo azzurro, ha tanta benzina in corpo che sembra essere ovunque. A volte sembra viaggiare più in fretta del pallone. Quello che ha strabiliato della sua prestazione è la lucidità nella partecipazione alla manovra. Immenso nel coast to coast del secondo gol. 7
 
Dossena
: si erge a frangiflutti sull'out di sinistra senza rinunciare ad attaccare quando si aprono gli spazi davanti a lui. 6,5
 
Hamsik
: si mette al servizio della squadra e, posizionandosi tra le linee rossonere riesce a ritagliarsi gli spazi giusti ed impensierire gli avversari. Intelligente tatticamente è il valore aggiunto di questo Napoli. Sui tre gol azzurri da evidenziare la sua posizione sempre a ridosso dell'azione. 6,5
 
Lavezzi
: ha stretto i denti pur di essere in campo, non è al top della condizione fisica ma corre senza risparmiarsi. Vorrebbe mettere anche il suo timbro sulla partita ma non riesce a bucare Abbiati. Esce osannato dal pubblico e regala sorrisi pur dimostrandosi sofferente, anche perchè i milanisti non si sono risparmiati nel cercargli il piede già dolorante. 6,5
 
Cavani: 1, 2 e 3 hattrick! Ancora un pallone nella personale bacheca del Matador. Il bomber azzurro stende il Milan senza pietà dimostrandosi cecchino implacabile. Gioca una gara stratosferica e non solo per la tripletta segnata. Corre in lungo e largo per il terreno di gioco giocando proficuamente in ogni circostanza. 9
 
SOSTITUZIONI
 
Dzemaili: qualche errore di troppo in fase di disimpegno ma combatte anche lui con il coltello tra i denti su ogni pallone. Sfiora il gol con un bel tiro dalla distanza. 6
 
Zuniga
: ormai sembra essere un veterano della fascia sinistra, dimostrando di essere il jolly di Mazzarri.  Segue alla perfezione le indicazioni del tecnico applicandosi nella fase difensiva con estrema attenzione. Sdradica dai piedi di Pato un pallone che doveva solo essere messo in porta. 6,5
 
Pandev
: piano piano sembra stia trovando anche lui la forma migliore. 6
 
 
All. Mazzarri: decide di giocarsi la carta del contropiede ad oltranza ma la squadra inizia la partita in sordina. Il gol del Milan, che ha l'effetto di una frustata, fa uscire fuori il Napoli che, con la sua compattezza e la sua intensità, si scrolla i timori reverenziali ed assale gli avversari a tutto campo. La squadra sembra aver acquisito la giusta maturità. Vince la sfida con Allegri sfruttando al meglio le peculiarità dei suoi giocatori. 8
 
Giovanni D'Oriano – Napolisoccer.NET 

Condividi
Articolo precedentePocho si, Pocho no, poi spunta SuperCavani che asfalta il Milan
Prossimo articoloCavani: “Il Napoli ha fatto una grande gara con la fame e la voglia di vincere”
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.

14 Commenti

  1. Premesso che il Napoli ha fatto un’ottima partita, avrei tolto qualcosina a Dossena; sulla sua fascia il Milan ha fatto il bello e il cattivo tempo per novanta minuti, anche se non hanno creato grandi pericoli.

    per il resto forza napoli!

  2. la soddisfazione più grande è stata vedere le facce da funerale a mediaset premium,televisione faziosa con commentatori di parte che si arrampicano sui vetri pur di giustificare una sconfitta meritatissima della squadra del padrone.

  3. Sono contento per la vittoria, ma a me il Napoli non è piaciuto molto nel primo tempo. Il Milan ci ha messo sotto e solo la fortuna del pareggio immediato ci ha fatto andare avanti… Dobbiamo giocarla di più, adesso che abbiamo il centrocampo di un certo livello.

  4. Che dire i voti da voi dati sono quasi tutti giusti anche se darei un bel 8 a GARGANO con quella cavalcata… sono stati tutti bravi avanti cosi ed ora il Chievo. Armando da Verona.

  5. fray forse volevi dire ….tutti attaccano a destra…
    comunque gargano 8 hamsik 6 aronica 7 (anche per il carattere e la voglia di combattere contro le critiche, compreso le mie).
    Pandev si rivelera’ un acquisto preziosissimo e Inler un top player.
    Per il resto voti giusti.

  6. Innanzitutto GRAZIE RAGAZZI!!!.. La partita non era facile ed aveva preso una brutta piega, ma poi il loro gol ci ha svegliati e siamo tornati ad essere brillanti.. Bravi tutti, strepitoso Gargano che meritava un bel 8, avrei dato 7 ad Inler che regala geometrie perfette e contrasta anche, mentre Maggio ha giocato da 7,5, perchè è in forma strepitosa… concordo con tutti gli altri voti.. Una cosa: ieri sera si vedeva che Pocho non era in forma smagliante a causa dell’infortunio, ma la sua presenza è bastata per incutere timore agli avversari e questo dimostra quanto sia sempre prezioso il suo apporto.. Matador sontuoso, alla faccia di chi sosteneva che è impossibile ripetersi.. Ora sotto col Chievo, la nostra bestia nera.. Non fermiamoci, vamos Napoli!!!

  7. Vorrei soffermarmi sulle schifose affermazioni di Cesari a mediaset e sull’annuire dei vassalli che si porta appresso. Senza entrare nel merito di un rigore che ha visto solo lui e con la lente di ingrandimento, è stata vergognosa la sua visione del fallo di Nesta su Aronica arrivando addirittura ad ipotizzare che il terzino avesse calpestato volontariamente il piede del difensore milanista. Sarebbe ora che qualcuno si facesse sentire verso questi rubasoldi.

  8. questo cosa dimostra????? gli acquisti a parte inler a cosa sono serviti??? a un bel fico secco…campagna acquisti sbagliatissima a parte inler ….vi dirò…invece di 12 calciatori mediocri su 13 e avessimo presi 5-6 di pari livello sul serio si poteva puntare alle stelle amici!! peccato che nessuno della società l’abbia capito!!! peccato veramente!!! i cavani lavezzi hamsik inler maggio …nn posson fare tutte le partite a questi livelli..occorrevano dei sostituti all’altezza ..ovviam pandev nn vale manco la 10a parte di cavani , lo stesso vale per santana-hamsik ,donadel-inler,ecc… ecc..eccc…peccato

  9. Mah. Ho sempre sostenuto che Mazzarri non capisce nulla. E vi spiego perché. Nell’intervista a Sky ha detto che nella prima parte abbiamo giocato male perché si aspettava più aggressività. E invece è proprio quello che ha spiazzato il Milan. Loro si aspettavano il pressing nela loro area per lanciare lungo sulle fasce. Invece noi li abbiamo aspettati a centrocampo e li aggredivamo a centrocampo, bloccandoli. Forse non l’abbiamo fatto apposta, forse eravamo tesi, ma ha funzionato! Il Milan si aspettava il solito schema (l’unico che Mazzarri sa impostare) e sono rimasti sorpresi e.. sconfitti.

  10. 10 a mazzarri… ha umiliato il tanto blasonato quanto modestissimo allegri… tutti a dire quanto è bravo allegri, quanto è forte allegri che ha vinto al primo campionato… grazie, ci riuscivo anche io a vincere lo scudetto l’anno scorso! e questi parlano ancora di puntare ala champions, illusi!!!

LASCIA UN COMMENTO