Blasi: “Sono cresciuto, ci aspetta una grande stagione”

1
17

Emanuele Blasi ha rilasciato un intervista pubblicata dal sito ufficiale del Calcio Napoli:

Sono cresciuto, maturato e spero di essere a lungo un elemento importante per il Napoli”. Emanuele Blasi si racconta in un bignami di attese, ambizioni ed obiettivi. Nel caldissimo mese di Agosto che vede il Napoli impegnato a costruirsi un futuro sia in Italia che in Europa.

Manu siete pronti ad affrontare una stagione così intensa?

Stiamo lavorando sodo e bene da oltre un mese. E’ questa è la testimonianza di quanto ci teniamo a non lasciare nulla al caso in qualsiasi competizione. Il gruppo è forte, la rosa è lunga e tutti dovremo dare il massimo per cercare di onorare al meglio gli impegni”.

Potreste correre su due piste, campionato e Uefa. Temete ripercussioni fisiche alla lunga?

No, perché a questo aspetto stanno lavorando con minuziosa precisione il mister e l’intero staff tecnico, curando ogni dettaglio della preparazione. Piuttosto noi cerchiamo di pensare un passo alla volta. Adesso la voglia di andare avanti in Coppa Uefa è tanta. Il nostro pieno sforzo è proteso all’impegno europeo con gli albanesi. Poi si vedrà. Di certo se dovessimo lottare su più fronti questo gruppo ha le risorse umane e tecniche per poter andare lontano”.

Risposta sincera: pensate più alla Uefa o al campionato?

Noi ci teniamo a tutto. La Coppa Uefa è un premio che ci siamo guadagnati e per questo vogliamo giocarci questa opportunità finchè sarà possibile. Però, probabilmente, il campionato resta il palcoscenico più importante. Anche perché non siamo più una neo promossa o una rivelazione. Quest’anno non potremo nasconderci e tutti quanti ci aspetteranno con crescente attenzione. Dobbiamo cercare di lavorare ancora meglio della scorsa stagione perché le insidie per noi aumenteranno col passare del tempo”.

Blasi guerriero azzurro. Ma all’azzurro Nazionale ci pensi sempre?

Per me non è un assillo. Dico che probabilmente lo scorso anno qualche ‘napoletano’ meritava la Nazionale. Ma nessun rimpianto. Per conquistare la maglia dell’Italia c’è un solo elemento determinante: fare bene con il proprio club. Io darò tutto me stesso esclusivamente per il Napoli. Sono cresciuto, maturato calcisticamente e ci tengo a dare a ricambiare la stima e l’affetto di questa città per tanto tempo. Vorrei essere un giocatore fondamentale per questa squadra. Il resto viene dopo…”.

Redazione NapoliSoccer.NET – Fonte: sscnapoli,it

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO