F1, Kovalainen vince a Budapest

0
17

Con una partenza fulminante Felipe Massa si è portato subito al comando del Gp d’Ungheria, undicesima prova del mondiale di F1. Il brasiliano della Ferrari ha bruciato sullo scatto la McLaren di Kovalainen, che affiancava Hamilton in prima fila, prendendo la scia dell’inglese e con le ruote fumanti in frenata lo ha sorpassato all’esterno della prima curva. Dietro Kimi Raikkonen perde una posizione nei confronti di Fernando Alonso.

Massa resta al comando anche dopo il primo pit-stop al diciottesimo giro, mentre Hamilton mantiene il secondo posto fino a 29 giri dalla fine quando la gomma anteriore sinistra si affloscia appena dopo il rettilineo di partenza costringendo Lewis a tornare lentamente ai box. L’inglese della McLaren rientra in decima posizione e inizia una rabbiosa rimonta.

A tre giri dalla fine arriva la doccia fredda per la Ferrari, quando Felipe è costretto al ritiro dopo la probabile esplosione del motore sul rettilineo di partenza, che manda in fumo un GP perfetto dominato fin dalla partenza.

Al comando balzata così la McLaren-Mercedes di Heikki Kovalainen, che poco dopo taglia il traguardo davanti alla Toyota di uno splendido Timo Glock e alla Ferrari di Kimi Raikkonen. Quarto Fernando Alonso con la Renault, quinto Lewis Hamilton, mentre l’altra Renault di Nelsino Piquet chiude sesto davanti alla Toyota dell’italiano Jarno Trulli. Solo ottava la Bmw di Robert Kubica davanti ai tanti tifosi polacchi accorsi al circuito dell’Hungaroring. Quindicesima piazza per Giancarlo Fisichella su Force India.

Per il finlandese del Cavallino si tratta comunque di un risultato "fortunato", dopo una gara decisamente sotto tono, ma che lo rilancia nella classifica mondiale. Dopo l’appuntamento ungherese Hamilton occupa così la prima posizione con 62 punti, Kimi è secondo a quota 57 e precede Massa, terzo con 54 punti.

La Ferrari si consola con i 111 punti che ne decretano il comando del mondiale costruttori.

L’ordine d’arrivo del Gp d’Ungheria (70 giri di 4,381 km per 306,663 km):
1. Heikki Kovalainen (Fin) McLaren-Mercedes 1h37’27"067 (media 188,684 km/h);
2. Timo Glock (Ger) Toyota + 0’11"000;
3. Kimi Raikkonen (Fin) Ferrari + 0’16"800;
4. Fernando Alonso (Spa) Renault + 0’21"614;
5. Lewis Hamilton (Gbr) McLaren-Mercedes + 0’23"048;
6. Nelson Piquet Jr. (Bra) Renault + 0’32"298;
7. Jarno Trulli (Ita) Toyota + 0’36"449;
8. Robert Kubica (Pol) BMW-Sauber + 0’48"321;
9. Mark Webber (Aus) Red Bull + 0’58"834;
10. Nick Heidfeld (Ger) BMW-Sauber + 1’07"709;
11. David Coulthard (Gbr) Red Bull + 1’10"407;
12. Jenson Button (Gbr) Honda + 1 giro;
13. Kazuki Nakajima (Jap) Williams + 1 giro;
14. Nico Rosberg (Ger) Williams + 1 giro;
15. Giancarlo Fisichella (Ita) Force India + 1 giro;
16. Rubens Barrichello (Bra) Honda + 2 giri;
17. Felipe Massa (Brasilien) Ferrari + 3 giri;
18. Sebastien Bourdais (Fra) Toro Rosso + 3 giri;

Ritirati: Sebastian Vettel (Ger) Toro Rosso (23° giro); Adrian Sutil (Ger) Force India (63° giro);

 

fonte:sportmediaset

LASCIA UN COMMENTO