Zauri indagato a Milano per riciclaggio

0
17

Zauri02

 

Il giocatore della Lazio Luciano Zauri è indagato per riciclaggio dalla procura di Milano in relazione a un presunto versamento 'in nero' da un milione di euro che avrebbe ottenuto su conti svizzeri, nell'ambito del suo trasferimento dalla Sampdoria alla società biancoceleste nel 2011.

INDAGATO ANCHE TULLIO TINTI – Nell'inchiesta, coordinata dal pm di Milano Carlo Nocerino e condotta dalla Gdf milanese, è indagato anche, come era già emerso nei mesi scorsi, l'agente di molti calciatori, Tullio Tinti, anche lui accusato di riciclaggio. Le indagini a carico di Zauri e di quello che all'epoca era il suo procuratore, Tinti, sono uno 'stralcio' di una maxi-inchiesta nata dagli accertamenti sul conto del commercialista svizzero Giovanni Guastalla – anche coinvolto nell'inchiesta 'Italeasè del pm Roberto Pellicano – che, secondo l'accusa, attraverso la sua società Doge avrebbe messo in piedi una vera e propria 'centrale' di false fatture che avrebbe consentito negli anni scorsi a una serie di 'clientì (circa 300 le posizioni valutate in Procura a Milano) di trasferire i soldi in Svizzera ed evadere il fisco. Secondo le indagini, nell'ambito del 'passaggio' di Zauri dalla Samp alla Lazio lo scorso anno, Guastalla avrebbe 'aiutatò il calciatore biancoceleste, e anche ex centrocampista della Nazionale, a trasferire su conti svizzeri (con passaggi anche su società americane, tanto che la Procura di Milano ha avviato nei mesi scorsi anche una rogatoria negli Usa) 1 milione di euro, che avrebbe percepito 'in nerò e che non sarebbero stati contabilizzati a bilancio delle due società. Gli investigatori stanno cercando di capire se i 'fondi nerì creati all'estero, nell'ambito del trasferimento del calciatore, siano andati solo a vantaggio di Zauri e di Tinti o anche di altri soggetti. In passato era stata sequestrata a Guastalla una lista di oltre 200 clienti, tutti denunciati per evasione fiscale. Nella 'lista di Guastallà erano spuntate poi anche sei società calcistiche, il Catania, l'Udinese, l'Ascoli, il Cesena, l'Empoli e la Reggina, anche perquisite tra il 2009 e il 2010. La Gdf, infatti, recentemente ha trasmesso il 'materialè sulle presunti evasioni fiscali di alcune società anche alla giustizia sportiva per eventuali valutazioni.
 
Fonte: corrieredellosport.it

 

Condividi
Articolo precedenteFrancesco Baiano (allenatore): “Eravamo convinti di far bene”
Prossimo articoloEuropa League, girone F: Le quattro prima della prima
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.

LASCIA UN COMMENTO