Mazzarri: “Non era facile vincere qui a Cesena”

0
17

mazzarri-EL--16-02-11Walter Mazzarri, intervenuto ai microfoni di SkySport, al termine della partita ha rilasciato alcune dichiarazioni raccolte da NapoliSoccer.NET: “Non era facile vincere qui a Cesena. Complimenti agli avversari che ci hanno pressato e ci hanno messo in difficoltà. Complimenti anche alla loro campagna a acquisti, hanno preso elementi di valore come Mutu e Candreva e faranno un buon campionato”.
"Marek ha fatto due partite tiratissime con la sua nazionale, mercoledì abbiamo il Manchester, poi il Milan, se uno non è una macchina non può giocarle tutte. La rosa è ampia apposta. Sapevamo di avere tanti impegni e che i giocatori non li possono fare tutti. Oggi è toccato a Marek star fuori perché era l’unico che aveva fatto due partite con la nazionale, altrimenti se lo avessi messo in campo dal primo minuto lo avrei dovuto tenere fuori a Manchester.
L’anno scorso come monte ingaggi avevamo fatto una classifica, eravamo noni, la Sampdoria ottava, noi siamo arrivati terzi e la Sampdoria è retrocessa. Noi dobbiamo continuare a fare come abbiamo fatto in questi due anni. Siamo arrivati in Champions League dopo ventuno anni e credo che dobbiamo continuare a ragionare partita dopo partita dando il massimo ed io dovrò stare attento a far giocare i giocatori giusti.
Sui calci d’angolo sapevamo che loro fanno anche dei blocchi. Bisogna stare più attenti sui piazzati e bisogna migliorare nelle marcature perché si è rischiato troppo.
Un allenatore deve sapere dove si deve sfruttare l’uomo in più quando l’avversario resta con un uomo in meno. Noi eravamo quattro contro quattro, quindi bastava un uno-due per entrare dentro ed avere molti più vantaggi.
E’ l’ottavo anno di serie A, di gavetta ne ho fatta, a Manchester proverò emozione ma sono curioso di vedere cosa sapranno fare i ragazzi contro questa corazzata che anche oggi ha vinto con facilità. Anche il Bayern oggi ha vinto facendone sette. Quest’anno per noi sarà un’ulteriore crescita. Siamo stati bravi ad arrivare in Champions e dovremo farla al massimo di noi stessi senza pensare a nulla. Che vengano partite così belle e così affascinanti per noi è motivo d’orgoglio”.
Redazione NapoliSoccer.NET

LASCIA UN COMMENTO