De Laurentiis: “Stiamo gettando le basi per un grande Napoli”

0
19

"Abbiamo precorso i tempi"
Metti una domenica in mez­zo al mare di Capri a parlare del pros­simo film di Natale con Christian De Sica, poi a godersi attimi di relax rive­dendo il film andato in onda al San Paolo la sera prima, infine, momenti di spensieratezza alla festa di compleanno di Peppino di Ca­pri.

Presidente De Laurentiis, dopo le promozioni del Napoli in B ed in A, ora l’ingresso in Europa. Si aspettava una simile escalation?
«Onestamemente abbiamo precorso i tempi. Siamo riusciti ad arrivare in Uefa in tre anni e otto mesi, anticipan­do di ben quattordici mesi quanto ci eravamo prefissi all’inizio. Ma noi non vogliamo fermarci qui. Stia­mo gettando le basi per un grande Na­poli».

Cosa ha pensato quando ha fatto gol Hamsik?
«Che non mi sbagliavo a resistere a certe offerte da capogiro. Quando Mo­ratti mi chiese di Marek, risposi: Mas­simo sei da più tempo di me nel calcio, io sono appena arrivato, lasciamo co­struire qualcosa di importante. Se ce­dessi ora Hamsik sarebbe come dare una spallata al palazzo-Napoli e but­tarlo giù».

Perché ha deciso di fare il giro di campo prima del fischio d’inizio di Napoli-Panionios? E cosa ha provato nel vedere il San Paolo pieno a fine luglio?
«Scaramanticamente sono contrario alle esternazioni prima di una gara. E’ stato un gesto spontaneo. Appena messo piede sul terreno ed ho rivolto lo sguardo verso gli spalti mi è sem­brato doveroso, trattandosi della pri­ma uscita del Napoli, andare a ringra­ziare coloro che erano venuti a veder­ci»

Fonte: Corriere dello Sport (sull’edizione in edicola l’intervista completa)

LASCIA UN COMMENTO