Iacobelli (all.): “Il Napoli è migliorato tanto ma non è ancora all’altezza delle milanesi”

9
113

iacobelli-agostino-2

Ogni commento fatto ora è teorico perchè alla fine parlerà il campo. Spero di sbagliare ma non vedo ancora il Napoli al pari di Milan ed Inter, anche se il gap si è ridotto.

Per l’ex centrocampista Agostino Iacobelli, intervistato in esclusiva da Napolisoccer.NET, Milan ed Inter sono ancora distanti, ma i partenopei sono i primi tra le pretendenti. “Il Napoli è migliorato tanto, quest’anno c’è più qualità, sarà una mina vagante ma non è da scudetto”. Con queste parole mister Iacobelli, un passato nel Napoli degli anni 80, ha gettato acqua sull'ottimismo esagerato di tutti quei tifosi che ritengono da scudetto il club di De Laurentiis. “Il campionato italiano non è facile – ha detto l’ex centrocampista azzurro- , ci sono sette squadre per tre posti, anche se il Milan ed Inter, essendo più forti, sono già collocate nelle prime due posizioni. Il Napoli è la prima tra le inseguitrici; infatti ha diminuito il divario con le milanesi rispetto all’anno scorso. I nerazzurri si sono privati di pezzi da novanta, mentre il Milan ha solo puntellato la rosa, a differenza del Napoli che ha ben operato in fase di calciomercato. La conferma dei tre tenori è un'ottima base di partenza ed il fatto che un giocatore importante come Gargano sia rimasto è un'ulteriore conferma. Personalmente avrei preferito l'acquisto di un vice Dossena piuttosto che di un altro difensore centrale, ma va bene così".
Cauto ottimismo, invece, da parte di mister Iacobelli sul fronte europeo. Il tecnico, nonostante il girone impossibile in cui il Napoli è incappato, si dice possibilista per il passaggio del turno. "Fatta eccezione per De Sanctis e Dossena, i calciatori non hanno grande esperienza internazionale a livello di club, però sono ormai tutti abituati a lottare per grandi obiettivi con le loro nazionali; infatti ci sono ottime possibilità, che il Napoli possa continuare la propria avventura in Europa”. 
Da profondo conoscitore della realtà del tifo partenopeo, Iacobelli conclude l'intervista con un appello ai tifosi del Napoli: ”Attenti a non esaltarvi troppo, bisogna mantenere il giusto equilibrio, sia nel bene che nel male. L'importante, ma è anche inutile dirlo, è rimanere vicino alla squadra, soprattutto in caso di difficoltà".

 

 

 

Vincenzo Capano – Napolisoccer.NET

Pubblicazione consentita previa citazione della fonte: Napolisoccer.NET

Condividi
Articolo precedenteMoggi: “Britos diventerà uno dei più bravi difensori del campionato”
Prossimo articoloDe Laurentiis svela il mister X del Milan… secondo Antonio Forte

Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli.

Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l’unica finalità di fornire ai lettori un’informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse.

Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per “Terra mia”, “Napul’è” e per la maglia azzurra.



9 Commenti

  1. Come al solito mister Iacobelli è sempre molto equilibrato, leggo sempre i suoi commenti post partita, mi trova completamente d’accordo, non ci scordiamo oltre alle milanesi le due mine vaganti Juve e Roma che sulla carta hanno due squadre da scudetto ed attenti alla Lazio, secondo me la nostra vera concorrente per il terzo posto, senza contare l’Udinese che grazie a Guidolin giocherà ancora il miglior calcio della serie A e consideriamo che ogni anno esce sempre una sorpresa tipo Fiorentina e Genova… Molto dipenderà dalla Champions speriamo che non lasci troppe tossine e polemiche…

  2. Condivido a pieno la pacatezza e l’invito all’equilibrio del mister: bisogna avere lungimiranza per raggiungere traguardi di percorsi ardui e lunghi; la passione e l’entusiasmo non bastono, anche perché a un certo punto si esauriscono.

  3. Grande mister. IO penso che un terzo/quarto posto sia un buon risultato comunque. Per diventare una grande squadra ci vuole tempo,bisogna dare continuità. POi comprare due acquisti di valore in ogni mercato come Pandev e Inler. Speriamo fra due anni di giocarci o scudetto.

  4. guarda che pandev lo hai preso in prestito ,perchè l’anno prossimo gli daremo hamsik come promesso..quindi nzalla ,di cosa parliamo delle grandi f.e .Melda che faremo quest’anno?
    il napoli può fare una sola cosa buona vendere a un presidente serio ,magari a moratti e regalargli anche l’allenatore..!

  5. Commento serio ed intelligente: anche Iacobelli, per qualcuno di quelli che scrive qui è uno “pseudotifoso incompetente”?
    Faccio rilevare che il Milan ha comprato Nocerino (un nazionale, non uno che alternava panchina a tribuna come Donadel) per la stessa cifra che avevamo pagato per Cribari!!!
    Bigon e DeLa hanno fallito quasi tutti gli obiettivi: Vucinic, Vidal e Criscito!
    Non prendiamoci per i fondelli, io spero si possa vinvcere tutto ma non siamo meglio della Lazio!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here