De Laurentiis, sfuriata sui diritti tv: “Si tenta di svenderli a Mediaset”

17
57

delaurentiis10-pensierosoIl presidente del Napoli abbandona l'assemblea di Lega "Prezzi bassissimi, a rischio il futuro del nostro calcio"
Aurelio De Laurentiis scatenato sui diritti tv. Il patron del Napoli ha, infatti, abbandonato polemicamente l'assemblea di Lega attaccando senza mezze parole Infront (la società incaricata dalla Lega di raccogliere le proposte sui diritti), Mediaset, Galliani, il presidente del Consiglio Berlusconi. «Il calcio italiano sta per fallire perché Infront ci sta consigliando di vendere i diritti per il triennio 2012-2015 a prezzi stracciati, non facendoci competere con le altre nazioni impegnate in Champions e impedendoci di aumentare le nostre entrate. Facciamo dei passi indietro a favore di Berlusconi perché si cerca di vendere a Mediaset a prezzi bassissimi i diritti sul digitale terrestre. Mi chiedo perché si debbano vendere oggi sottocosto, o comunque a prezzi leggermente superiori a quelli dello scorso triennio, dei diritti su dei campionati che si giocheranno tra un anno e mezzo. Perché non aspettare? Chi può dire se tra un anno la situazione economica, i competitors e il quadro generale del nostro calcio sarà quello attuale o magari diventi migliore?».  Non la manda, insomma, a dire il patron del Napoli che prosegue: «Il nostro advisor gioca contro di noi e Galliani difende i colori del suo gruppo, ma ribadisco che c'è di mezzo il futuro del calcio italiano. Spero che i piccoli club non stiano zitti contro i poteri forti del calcio per motivi di bilancio e che tengano la testa alta. Bisogna che, per il bene del calcio, ci sediamo ad un tavolo assieme ad Abete, Petrucci e Berlusconi e si pensi seriamente al nostro futuro e non a fare il gioco delle tre carte».

Raggiunto l'accordo per il contratto dei calciatori, quindi, scoppia la bufera in Lega per l'accordo sui diritti televisivi. «In parte grazie alla legge Melandri, in parte per favorire Mediaset e Berlusconi, Infront ci bloccherà per tre anni», ha continuato De Laurentiis. Per lui l'offerta proposta dall'advisor della Lega Calcio per la cessione dei diritti delle partite di serie A «è di poco superiore rispetto a quella precedente e non offre abbastanza garanzie. Lo abbiamo visto con Dhalia che non ci ha dato garanzie e ci ha portato a meno 60 milioni, chi ce li dà adesso?». Per il patron del Napoli, «Galliani fa bene a difendere i colori del suo gruppo, però qui c'è di mezzo il calcio italiano e la sopravvivenza degli altri club. Perché poi i club minori non hanno il coraggio di parlare? Hanno paura del potere?».

Redazione NapoliSoccer.Net – fonte: Corriere del Mezzogiorno



17 Commenti

  1. è la gente come te che non capisce che il calcio è affare di berlusconi e moratti dopo calciopoli…. e tutte le società di seria A sono sottomesse . De Laurentis non ha niente da perdeer e fa bene ad alzare la voce. Puo’essere che stavolta gli altri presidenti tirino fuori le palle.Qui è evidente che si vuol favorire Mediaset e berlusconi che ha dovuto pagare la pesantissima sanzione per l lodo Mondadori…. ma la gente come te ( magari hai pure votato berlusconi….) pensa solo che i presidenti devono cacciare soldi per far vincere la squadra… se fossero tutti come berluscon e moratti lo capirei , ma De Laurentis non è fesso. Le società che hanno vinto in questi anni sono ultra indebitate e il Napoli è una delle poche società con i bilani sani. Inter Milan e juve sarebero dovute fallire di tempo per le irregolarità finanziarie oltre agli illeciti sportivi.

  2. fa bene a pensare ai soldi…perchè il caro galliani li vuole dirottare nelle casse di zio silvio quindi come si dice a napoli….CA NISCIUNE E’ FESSO

    vai aurelio ..continua cosi.

  3. amici miei…..sono sempre più convinto che uno come de laurentis x una città come napoli è veramente troppo…..mi dispiace solo che a napoli non creano un mercato del letame,almeno si darebbe la possibilità a molti tifosi di diventare i reucci degli st….zi……

  4. ma quando berlusconi disse “Andiamo a vedere il Milan per battere il Sud” il reuccio non si infervoro’ azzi disse ” berlusconi e uno showmen Credo che lui non abbia mai pensato quello che stava dicendo” e poi quando ci furono l’elezione comunali si schiero apetamente con lettieri dicendo che era il sindaco giusto per il rilancio di napoli !!! il ruccio e sempre stato filoberlusconiano sino a ieri quando gli hanno toccato la cosa piu cara ………………il napoli??? nooooooooo i soldi si perche “al reuccio di napoli” del napoli e dei napoletani non gliene frega un ca…..o per lui i tifosi sono solo dei grossi limoni azzurri da spremere fino al midollo!!!

  5. Che poi per lasciare un commento come quello di “solo napoli” (nick mai fu più inappropriato, ben pochi di napoli si riconoscono nelle tue idee) ci vuole coraggio.. Sono stati spesi una quarantina di milioni per il mercato, quindi di certo non è come farfugli tu. Magari non sono stati spesi nel migliore dei modi per alcuni innesti, ma dire che DeLa non ha speso è una ca**ta pazzesca.

  6. Solo Napoli, rasenti veramente il ridicolo.
    Ha speso più di 40mln e mantenuto tutti i BIG e stai ancora a lamentarti…e bast! Siamo in Champions, 11 giocatori nuovi, e tu ancora qui sempre con la stessa solfa?

  7. @SOLO NAPOLI Rimango senza parole ogni volta che leggo commenti di quei finti tifosi che non riescono a fare altro se non criticare De Laurentiis… Sarà colorito… Sarà a volte esagerato e forse spocchioso… Ma penso che prima di criticarlo dovreste farvi tutti un bel bagno di umiltà e poi parlare… E’ facile fare i fenomeni dietro una tastiera e criticare l’operato di uno dei presidenti più rivoluzionari e innovativi che il calcio italiano abbia conosciuto… Dovreste ricordarvi cosa era il Napoli 10 anni fa… Chi lo guidava…. Le figure di m… che rimediavamo in giro per l’Italia (perchè in Europa neanche più si sapeva chi fosse il Napoli)… E adesso che fate?? Criticate!!! Sempre e comunque!!! Anche di fronte a motivazioni giuste e plausibili come quelle che sono citate in quest’articolo… Riflettete e non comportatevi come tutti quei tifosi da bar ignoranti che non guardano la realtà… Il Napoli fino a 10 anni fa non esisteva più… Quest’uomo l’ha preso in mano e l’ha fatto rinascere…. 7 anni fa giocavamo al PERTENIO DI AVELLINO….E quest’anno giocheremo col BAYERN all’ALLIANZ ARENA… Non vi basta??? RIFLETTETE E POI DATE FIATO ALLA BOCCA!!! Per me De Laurentis è il più grande presidente della storia del Napoli Calcio….Solo se dovesse rimandarci in serie B lo criticherò… Ma siccome sono sicuro che da qui ai prossimi 3 anni ci farà vincere qualcosa di importante (lasciando a voi le chiacchiere e concentrandosi sul sodo come ha sempre fatto) voglio vedere poi cosa direte… RIFLETTETE!! POI PARLATE!!!!

  8. X Fray invece di prendere 11 giocatori nuovi di cui 6 o 7 serviranno solo a far numero ne prendeva 4 ma di grande spessore!! poi si e vero a speso 40 milioni ma ne a incassati 130 + 10 dalle cessioni di ruiz,cigarini ,e sosa!!!

  9. Io dico solo una cosa: Il presidente aveva mai come quest’anno la possibilita’ di allestire definitivamente un grande Napoli che potesse durare nel tempo e stare in altissima classifica. Bastava comprare un altro centrocampista al pari di Inler, un attaccante al pari o quasi di Cavani e Lavezzi ed un gran difensore.
    E invece sono arrivati i vari Donadel,Santana ed il bidonissimo Britos. Ma porca miseria,quando ci ricapita un’altra occasione cposi’?

  10. Ma siete proprio sicuri che basta elargire decine di milioni perchè un giocatore vada in quella squadra. Senza parlare di pazzie come quella squadra che si è comprata Eto, non tutti i grandi campioni hanno voglia di venire a giocare in Italia ed in determinate squadre. E ben ha fatto la Società Napoli a non accontentare la gola di certi giocatori. Si fa presto a dire che non si è preso il meglio che c’è sulla piazza quando esistono sceicchi che pagano 40 milioni Pastore o magnati russi che accontentano il proprio allenatore con acquisti da capogiro. Una società come la Roma, capace di portare allo stadio 90.000 spettatori si è dovuta vendere ad un italo-americano per far fronte alle pazzie ad agli ingaggi da capogiro voluti da una ragazzina (ai suoi tempi) capricciosa ed alla quale il buon Mourinho ha dato il benservito definendola “nata in una culla d’oro”. Pertanto caro DeLa continua e non ti curar di loro

  11. ….. così è se vi pare ….! certo un presidente che tifa la squadra per la quale fa (BUSSINNES ) non sarebbe male…..!!! per il momento è un utopia , e quello che temo di più ,e il fatto che la storia del calcio insegna, dove i presidenti che non sono tifosi della squadra , è andato tutto a . PUTTANE .., PRIMA O POI , speriamo di sbagliarmi ., e forza napoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here