Valeri: “Sarebbe un orgoglio giocare nel Napoli”

0
71

La Redazione di Recontragolazo ha realizzato un’intervista a Diego Valeri, centrocampista argentino accostato nelle ultime ore al Napoli:

Ciao Diego, il Napoli sta cercando un centrocampista che possa giocare a sinistra e si parla molto di un tuo probabile arrivo sotto il Vesuvio. Cosa sai al riguardo?

A dir la verità so molto poco. In questo momento mi trovo a Mar del Plata per effettuare la preparazione pre-campionato e le notizie non arrivano molto velocemente. Comunque qualche informazione è giunta anche qui e sono molto entusiasmato al riguardo. Spero in una conclusione positiva.

Descrivi le tue caratteristiche per chi non ti conosce:

Sono un centrocampista offensivo, posso giocare sia a destra che a sinistra, sono un creativo, cerco spesso l’assist per gli attaccanti e non disdegno sortite a caccia del gol.

Ti piacerebbe giocare a Napoli, nello stadio dove ha giocato Diego Armando Maradona?

Solo l’idea mi incanta, per me (come per qualsiasi argentino ) sarebbe un orgoglio giocare nel club dove il nostro idolo assoluto ha scritto la storia. Poter calcare il campo dove ha giocato Maradona sarebbe qualcosa di meraviglioso.

A Napoli si potrebbe assemblare un magico trio offensivo: Valeri – Denis – Lavezzi. Ti entusiasma?

Certo che mi entusiasma. Sarebbe fantastico poter giocare con altri argentini, per di più della qualità di Denis e Lavezzi, due attaccanti di prima fascia.

Parlaci un po’ di German Denis, credi che possa sfondare in Italia?

El tanque può sfondare in qualsiasi campionato, perchè è un attaccante intelligente, fa movimento dentro e fuori dall’area, fa molti gol e tecnicamente non è affatto sprovveduto: segna di testa, tira dalla media distanza, ha qualità. In sostanza ha tutto per fare bene. Spero si adatti presto al nuovo calcio, così non avrà problemi.

Con il Lanus hai vinto l’Apertura da protagonista, però nel Clausura hai giocato molto poco per problemi fisici. Come stai adesso?

Grazie a Dio nel Torneo Apertura abbiamo finito davanti a tutti e io ho avuto la fortuna di essere uno dei protagonisti. Nel secondo semestre abbiamo giocato molto tra Clausura, tornei locali e Copa Libertadores, così che molti componenti della rosa hanno sofferto infortuni. Io sono stato vittima di un problema agli adduttori che mi ha dato fastidio per lungo tempo, ma ora fortunatamente sono al 100% e con grandissima voglia di fare bene.

Fonte: recontragolazo.com



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here