Il Napoli riassapora l’Europa

0
43

Oggi, domenica 20 luglio, segna il ritorno del Napoli in Europa dopo 14 anni di assenza forzata. Hamsik e Co. hanno l’occasione di riportare il Napoli sul palcoscenico internazionale ed Atene sarà il trampolino di lancio. Preparazione anticipata e faticosa per gli uomini di Reja. Qualche ritocco di "peso" ed il nuovo EuroNapoli sembra già aver preso forma. Forse qualche pedina dovrà ancora arrivare ma il dg partenopeo Pierpaolo Marino ha ben modellato la sua creatura sin dai primi giorni di calcio mercato. Ora l’esame è alle porte. Poco importa se il “pocho” Lavezzi è in procinto di partire per Pechino con la nazionale olimpica Argentina, se Mannini e Zalayeta sono ancora infortunati e se Domizzi, in attesa di conoscere il suo futuro, non è stato inserito nella lista intertoto che il Napoli ha presentato alla Uefa; quelli che ci sono hanno grandi motivazioni e non faranno rimpiangere gli assenti. I test amichevoli hanno confermato la valenza dei nuovi arrivati che potenzieranno quel collaudato organico che la scorsa stagione così bene ha fatto, tanto da meritarsi plausi ovunque. Gongola il presidente De Laurentiis che ha disdetto i suoi impegni per precipitarsi al “Nea Smyrni” di Atene. Il suo progetto ha addirittura bruciato i tempi. Sembra ieri quando il nuovo Napoli post-fallimento, ancora misterioso agli occhi dei propri tifosi, si batteva sangue e arena contro le rudi squadre di provincia negli inferi della terza serie. Oggi le prospettive sono diverse, le premesse sono diverse, le ambizioni sono diverse. L’Europa che conta è dietro l’ostacolo Panionios, squadra con maggior esperienza internazionale rispetto al Napoli, seppur modesta sulla carta. Purtroppo Reja dovrà fare anche a meno di Santacroce, infortunatosi qualche giorno fa, ma l’impresa non è impossibile. Denis, Maggio, Rinaudo sono i nomi, insieme ai "vecchi", sui quali il Napoli costruirà la sua stagione; una stagione insidiosa perchè stupire è difficile, ripetersi lo è ancor di più.
Fabio De Francesco – NapoliSoccer.NET

LASCIA UN COMMENTO