Napoletano e me ne V.A.N.T.O., per fortuna che siete atalantini…

4
27

Ancora una volta, con uno dei suoi video-denuncia, Angelo Forgione riesce – grazie alle immagini – a rispondere da par suo a quanti riversano su Napoli e sui Napoletani la loro rabbia e la loro acredine. Di seguito la presa di posizione di Angelo Forgione, rappresentante del Movimento V.A.N.T.O.:

«Noi non siamo napoletani, l’Atalanta è una società seria, non abbiamo i boss dietro la rete della porta noi». Una frase pronunciata in diretta nazionale da un tifoso dell'Atalanta che non abbiamo dimenticato. Come avremmo potuto?

Amarezza a Bergamo per le sentenze di primo grado del processo sportivo ai protagonisti del calcio-scommesse. Eppure proprio lì si era levata la protesta in difesa del capitano Doni, con tanto di esponenti della Lega Nord ad alzare la voce e tifosi che davanti alle telecamere dichiaravano «Noi non siamo napoletani, l’Atalanta è una società seria…». Frase sdoganata su tutto il territorio nazionale per la quale Gad Lerner dovette scusarsi due volte coi Napoletani, anzi tre Facebook compreso, dopo la denuncia vibrante di V.A.N.T.O.
Peccato per i sostenitori atalantini che la giustizia sportiva non abbia ravvisato irregolarità nella posizione del Napoli come fece in tempi non sospetti una certa stampa a cui non parve vero poter sbattere il solito mostro in prima pagina: il pregiudicato a bordo-campo e la storia della sua mancata esultanza al goal del Napoli, che invece ci fu eccome, questione di attimi fotografici. Sembrano tempi lontani e invece è storia di soli due mesi fa quando Napoli sembrò l’epicentro del problema, e tutti a versare secchiate di fango sulla piazza partenopea: presidenti ad esaltare i boss dei prosciutti, quotidiani e siti del nord a prevedere la retrocessione del Napoli, tifosi a esorcizzare le proprie paure dietro il nome di Napoli.
Che i bergamaschi non siano Napoletani è legge di natura. Ma ora è chiarissimo che non lo siano i giocatori dell'Atalanta condannati in primo grado e lo stesso Signori che pure di Bergamo è. Se lo fossero stati, si sarebbero comportati come il Napoletano Fabio Pisacane e ora non si starebbero nascondendo per la vergogna.
Vero Giorgio Buffoni? Giustizia è fatta, almeno per ora. Giustizia sportiva è fatta, almeno per ora. Quella penale è altra cosa (e conosciamo l’infiltrazione delle mafie nel calcio), quella divina poi… è bello sapere che lassù qualcuno ci ama.
 

Comunicato V.A.N.T.O.

 

Condividi
Articolo precedenteSi ricomincia… altro giro altra corsa!! Stavolta Lavezzi va all’Inter!
Prossimo articoloItalia batte Spagna 2 ad 1. Bene Maggio
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.

4 Commenti

  1. te……..!!!!!!! crapa de legn…, mi rivolgo al tifoso atalantino : te.!!!!…… sei proprio ignurant ….. figa….!!!!!!!!! prendi esempio, e impara anche se non è facile fartelo entrare in testa da una delle tante cose belle della tua città , iniziando dallo striscione in campo che la domenica sventolava:( LA MINORANZA è OVUNQUE) … ignurant……..ti fa più male che il napoli non è stato coinvolt come società ,atalanta si …., ho perchè non hai il mare ……,??????!!!!! ….. zio can……. alura ……???!!! rispondi …mia…..!!!???? figa……….. sempre forza napoli

  2. Io ho sempre stimato e difeso Marino, ma andare a lavorare per della gente ed una società che meriterebbero la cancellazione non so se gliela perdonerò…

  3. caro Angelo forgione è un pò di tempo che ti seguo ed è grazie a te che con articoli e video come questi risvegli le coscenze della gente e soprattutto di noi NAPOLETANI VERI che lottano ogni giorno della propria vita a difendersi dall’offesa e dai pregiudizi nei confronti della città e dei suoi cittadini. Persone(forse sarebbe meglio definirlo ———)come questo cittadino più che tifoso atalantino vanno solo perdonati perchè non hanno idea di cosa significa essere NAPOLETANI. Grazie mille volte grazie Angelo

LASCIA UN COMMENTO