Lucarelli: la scommessa di Mazzarri.

4
29

lucarelli-12-02-2011Con le continue voci che si susseguono sull'arrivo di un possibile attaccante, Mazzarri scommette sul suo “vecchio” pupillo. E' stato il tecnico toscano a volerlo tra le file azzurre ed ancora lui, in prima persona, ne ha voluto fortemente la riconferma. Passato dal Parma al Napoli il 21 agosto 2010, il trentaseienne calciatore livornese sta recuperando la condizione ottimale, dopo il grave infortunio riportato nella partita di Europa League con gli olandesi dell'Utrecht. In quell'incontro Lucarelli riportò un trauma contusivo al ginocchio sinistro con lesione del legamento crociato anteriore che lo costrinse a stare lontano dai campi per diversi mesi. Con i due gol di ieri, nell'amichevole con il Grosseto, la condizione fisica sembra del tutto recuperata, per la gioia di mister Mazzarri. D'altronde il possente attaccante toscano (alto 1,88 per 83 Kg) ha il gol nel DNA e con il Livorno nella stagione 2004 – 2005 è stato il capocannoniere della serie A, realizzando 24 reti in 35 presenze. Nei due campionati successivi, sempre con il Livorno, ha messo a segno altri 39 gol in serie A (19 nel 2005 – 2006 e 20 nel 2006 – 2007). Furono gli anni d'oro della carriera di Lucarelli, prima di passare per 8 milioni di euro agli ucraini dello Sachtar nel luglio del 2007. La scommessa di Mazzarri parte da questi numeri, anche se l'attaccante non è più giovanissimo. Se non ci saranno incidenti di percorso, con l'incoraggiante preparazione svolta a Dimaro, Lucarelli potrà essere l'arma in più del reparto offensivo azzurro per la prossima stagione.

Antonio Catapano Napolisoccer.NET

4 Commenti

  1. x la serietà x l’impegno profuso nel tornare competitivo e x le parole espresse di amore x la piazza di Napoli lucarelli merita e meritava la riconferma e statene sicuri che saprà ricompensarci cosi’ come fece il grande pampa e non lo dico x far felice mazzarri o chicchessia ma perche’ in ogni squadra ci vorrebbero uomini di tal fatta e bisognerebbe tenerseli stretti ma il calcio come tanti altri ambientacci simili e dissimili non sa dare riconoscenza a simili personaggi che bisognerebbe solo apprezzare x il contributo umano che sanno esprimere .

  2. Concordo con Marcodaroma e sono sicuro che Cristiano ripagherà l’affetto dei tifosi,non più scettici,con qualche memorabile gol nell’imminente stagione.

  3. pienamente d’accordo con voi, sono felice per il napoli, per aver un attaccante motivato esperto e con caratteristiche fisiche diverse rispetto ai titolari, ma lo sono anche per lui, è un ragazzo serio e finire la carriera in un grande club e un premio, sono certo del contributo che darà sia in campo che nello spogliatoio

  4. Nulla da dire sull’uomo e sul professionista e spt sul fatto che ha speso belle parole su Napoli e sui tifosi e sono anche sicuro del suo contributo ma ….. una squadra che lotta per traguardi ambiziosi non puo’ e non deve, fare affidamento su un giocatore all’ultimo anno di carriera!
    Finche’ Mazzarri non avra’ il coraggio di gestire 2 giocatori equivalenti per ruolo, rimarra’ sempre nell’animo l’allenatore della Reggina…..

LASCIA UN COMMENTO