Calcio: Pisa, slitta vendita, Pomponi contestato da tifosi

0
78

PISA, 10 LUG – Ancora una fumata nera per l’acquisto del Pisa calcio. L’imprenditore romano Luca Pomponi, che oggi ha incontrato il sindaco della citta’ Marco Filippeschi, ha preso tempo. Alla base dello stop, ci sarebbe quanto accaduto dopo l’incontro col sindaco, in Comune, ovvero ”la contestazione – spiega Pomponi in un comunicato – inscenata all’interno di Palazzo Gambacorti da un nutrito gruppo di tifosi”, che gli avrebbero intimato di rinunciare all’acquisto della societa’. ”Sono scosso e amareggiato per quello che e’ successo – aggiunge Pomponi nella nota -. Non mi aspettavo un’accoglienza del genere. A questo punto parlero’ con” il presidente del Pisa calcio Leonardo Covarelli ”sul da farsi e mi prendero’ un po’ di tempo in piu’ prima di decidere”. I tifosi dei quali parla Pomponi erano una quindicina: non facevano parte ne’ del tifo organizzato, ne’ di gruppi ultra’ della curva nord, che si sono dissociati dall’episodio. Ieri l’imprenditore romano aveva definito praticamente tutti i dettagli per l’acquisto del 100% delle quote della societa’ e dato rassicurazioni ai tifosi sullo staff tecnico-dirigenziale, condizione posta dal presidente nerazzurro Covarelli per dare il via libera alla cessione. ”Il colloquio col primo cittadino – spiega la nota di Pomponi – era stato cordiale e proficuo. Avevo spiegato al sindaco Filippeschi tutti i termini del progetto-Pisa con nomi e ambizioni consone al prestigio della societa’ nerazzurra”.

Fonte: ANSA



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here