Area Flegrea, campo di basket abbandonato a Bacoli: Dalle “Notti Magiche” al degrado

1
125

Dai sogni delle notti magiche del Mondiale del '90, alla presenza di una discarica di rifiuti. Lì dove un tempo giocavano ragazzi e bambini, da un decennio domina il degrado e l’abbandono: ennesimo esempio di cattiva gestione delle opere pubbliche a Bacoli, in località Bellavista. Una struttura sportiva realizzata agli inizi degli anni ‘90, come valvola di sfogo e luogo di ritrovo per le centinaia di famiglie residenti presso le limitrofe cooperative, è da tempo ricoperta da erbacce e spazzatura senza che nessuno si preoccupi minimamente degli sprechi e dei disagi arrecati dall’area inutilizzata. Un ampio spazio munito, ai tempi dell’inaugurazione, di due canestri, una rete di pallavolo ed uno slargo, utile per far accomodare pubblico o altri ragazzi. Un campo di basket e pallavolo fortemente voluto proprio in un angolo del paese da sempre lasciato marcire nel dimenticatoio. “Quando sono giunto alla cooperative verso la fine degli anni ‘80, da queste parti non c’era quasi nulla – confessa Pasquale, adirato residente della zona – poi in concomitanza con la presenza dei Mondiali di Calcio in Italia, anche Bellavista conobbe lo sport. Finalmente ci si decise a realizzare un luogo di ritrovo per i giovani”. Il campo, chiuso da una ringhiera e da un apposito cancello, doveva anche servire alla vicina scuola elementare per far giocare gli alunni nelle ore di educazione fisica. “Ricordo che un tempo i ragazzi si contendevano il campetto, in molti al pomeriggio si catapultavano da queste parti per giocare a basket e poi anche a pallavolo – continua il cittadino – ma mai pensavo che che si potesse giungere a questo stato di cose. Accedere all’area attualmente è pericoloso, il cancello è chiuso perché si è arrugginito quasi del tutto e molte reti sono state rotte. I canestri, scomparsi”. Ma a preoccupare i limitrofi residenti alla struttura è anche il terrore di un possibile incendio. “Il canneto oramai è altissimo e l’erbaccia si riversa anche e addirittura in strada. Abbiamo sollecitato da tempo il Comune ma nessuno ha mosso un dito. E se questi rami rinsecchiti vanno a fuoco? Per non parlare poi dell’assoluta mancata salubrità dell’ambiente. Insetti, ratti e topi sono ovunque”. Il pericolo, inoltre, è determinato anche dagli ampi spazi ricoperti da canneti. Lì sotto, così come solo in parte visibile, cittadini incivili hanno ben pensato di gettare rifiuti ingombranti e pericolosi. “In passato – confessa una residente – l’amministrazione di Bacoli aveva anche quasi affidato la struttura ad una squadra di basket del Comune di Monte di Procida”. Abbandono totale, figlio di amministrazioni scellerate che, vivendo alla giornata e non programmando mai per il futuro, lasciano che i pochi spazi di socializzazione ed incontro presenti in città (già di per sé ampiamente al di sotto dei canoni minimi previsti dalla legge) non solo restino inutilizzati ma, con il passare del tempo, si trasformino in focolai d’inquinamento e criticità. Da risorsa a problema. Eppure le possibilità, partendo da un improrogabile e necessaria manutenzione straordinaria, sarebbero tante: affidare la gestione alle stesse cooperative di Bellavista, darla in gestione a terzi, fare accordi con la limitrofa scuola elementare, contattare società sportive del territorio o, semplicemente, far funzionare al meglio il settore pubblico.

Josi Gerardo Della Ragione – NapoliSoccer.NET



1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here