De Canio: “Napoli realtà importante, non è più una sorpresa”

0
64

DeCanio01A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Gigi De Canio, allenatore che ha dichiarato: “Il problema principale del nuovo Napoli sarà la reazione dei calciatori azzurri di fronte ad una competizione nuova. Prima al Napoli non era richiesto alcun risultato, prima gli obiettivi raggiunti accontentavano tutti. Ora il Napoli, che è una realtà importate, deve riconfermarsi nella qualità del gioco e nella ricerca continua di obiettivi importanti. La reazione alle difficoltà sarà una risposta molto importante.
Il Napoli è stato costruito secondo la volontà dell’allenatore, come dovrebbe essere ovunque, in ogni club. La squadra partenopea non è più la squadra della sorpresa, adesso il Napoli il suo posto l’ha raggiunto, grazie a Mazzarri e all’intera società. Il Napoli è una squadra importante e che deve essere vicina alle grandi nella mentalità e nel gioco. Oggi una società come il Napoli non deve aver paura di comprare i grandi calciatori per paura di avere troppi galli nel pollaio. La forza di una società si misura anche in questo perchè sono i calciatori che determinano l’esito delle partite. Chi ha più pedine a disposizione ha più possibilità di raggiungere traguardi importanti. Se c’è chiarezza, compattezza, coerenza da parte dell’allenatore e della società non c’è mai rischio.
Il Napoli nella prossima stagione si troverà a calarsi subito nella realtà internazionale. Sul piano della maturità, Mazzarri avrà fatti i suoi conti e saprà dare i risultati giusti. La società avrà un ruolo importante perché dovrà aiutare il mister in qualunque situazione. Gli impegni sono pressanti e l’allenatore dovrà affrontare gli appuntamenti nella migliore condizione possibile.
Mi farebbe piacere allenare ancora. Purtroppo in questa situazione mi trovo quasi tutti gli anni per cui non c’è nulla di nuovo e nulla che possa turbare il mio animo. Osservo e aspetto.
Evidentemente a Napoli mi sono trovato nel momento sbagliano.
Non so se faccia moda mettere allenatori giovani in panchina. Cambiano i tempi e i modi di pensare. Serve poi anche tanta fortuna. Ognuno può interrogarsi da solo. Certo, è cambiato anche il modo di valutare e di prendere in considerazione l’uomo dato che per esempio Allegri è andato al Milan dopo che a Cagliari fu esonerato. Questo mi autorizza a sperare che un giorno potrà capitare anche a me.
Auguro al Napoli tutte le fortune del mondo perché nessuno in Italia merita il successo tanto quanto i tifosi del Napoli”
Redazione NapoliSoccer.NET – Fonte: Radio Crc
 



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here