Pozzuoli corteggia la Sibilla. Duri gli Ultras: “Deve restare a Bacoli”

0
142

Pozzuoli chiama, la Sibilla tentenna: da Bacoli parte la protesta degli ultras.

E’ netta la presa di posizione assunta dai fedelissimi supporter cittadini nel caso in cui dovessero concretizzarsi le dicerie dell’ultima settimana: “Se la Sibilla va a giocare a Pozzuoli, abbandonando il campo di Baia, non riceverà più il nostro sostegno”.

E’ da tempo terminata la stagione agonistica ma, ad infiammare gli animi di tifosi bacolesi e puteolani, è la volontà dell’amministrazione Magliulo di portare a Pozzuoli la serie D, avvicinando la dirigenza sibillina verso il “Conte” di Arco Felice. Un’ opzione, su cui non è ancora arrivata alcuna netta smentita né della famiglia Lucci e né dei due Comuni flegrei interessati, che lascia col fiato sospeso la torcida biancoazzurra, pronta a mobilitarsi per manifestare il proprio dissenso verso un improvviso “cambio di residenza” dal sapore beffardo.

A fare il primo passo concreto sono quindi i giovani ultras della Sibilla Bacoli, fermi più che mai nel non voler sciogliere quel forte ed indissolubile legame che lega l’intera città di Bacoli con la squadra di calcio. “La Sibilla deve continuare a giocare a Bacoli, non vediamo altre valide opportunità. Noi amiamo i nostri colori perché sono chiara e limpida espressione della terra in cui viviamo. Sostenendo la maglia si difende e si supporta il nostro paese”.

Frasi d’amore a cui segue un chiaro aut-aut alla dirigenza ed alle sfere di potere locali: “I biancoazzurri devono continuare a giocare al “Tony Chiovato”  di Baia. Non garantiremo il nostro sostegno a Pozzuoli”.

Una scelta chiara, figlia anche di un forte malcontento che lascerebbe la città flegrea priva di una realtà dilettantistica e della propria squadra del cuore che, da circa un secolo, riceve il supporto degli amanti dello sport paesani. Intanto però, sul fronte societario, continua ad aleggiare un insolito ed indecifrabile silenzio.

L’unica notizia, lieta ed ufficiale, è quella della partecipazione alla TIM Cup. “In attesa di conoscere nei prossimi giorni tutte le novità riguardanti l'organizzazione della prossima stagione, la prima notizia ufficiale giunge dalla Lega Nazionale Dilettanti che, con apposito comunicato pubblicato ieri, ha reso nota la partecipazione di 9 squadre di Serie D alla prossima Tim Cup 2011-2012. Il primo turno eliminatorio – termina il comunicato diffuso dalla società – è previsto domenica 7 agosto in gara unica”.

Infine, notizie si attendono anche sul fronte amministrativo: a Baia non si potrebbe giocare la Lega Pro. In caso di promozione sarà necessario rimettere in sesto il degradato campo di Cuma.

Josi Gerardo Della Ragione – Il Roma



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here