Calaiò: “Dispiace lasciare Napoli, ma con Reja non c’è mai stato feeling”

18
36

Il nuovo attaccante del Siena, Emanuele Calaiò, ha rilasciato alcune dichiarazioni in esclusiva a “Radio Goal”, sulle frequenze di Kiss Kiss Napoli: “Vado al Siena in comproprietà, non è un addio al Napoli, ma solo un arrivederci. Mi dispiace per la gente però voglio dimostrare quanto vale Calaiò in serie A. Nel calcio le fortune dei giocatori sono gli allenatori e con Reja non c’è mai stato grande feeling, però c’è stato rispetto reciproco e con lui i primi due anni ho sempre fatto bene. Non ho avuto la fiducia che forse avrei meritato, anche perché il mister ha sempre preferito far giocare un altro piuttosto che il sottoscritto. Sono rammaricato, dispiace andare via, anche perché mia moglie è napoletana, adoro questa città ma ho bisogno di andare via per dimostrare il mio valore per poi magari tornare da protagonista. Reja ha sempre avuto poca considerazione di me, ma non c’è nulla di male perché sono scelte tecniche che rispetto. Il mister mi ha sempre visto come una seconda punta e non come un centravanti, non mi ha mai immaginato a guidare l’attacco. Un giocatore che ha però realizzato 40 gol in due anni non può che essere una prima punta. Il Napoli è un gruppo fantastico, bisogna soltanto confermare quanto di buono fatto l’anno scorso. I tifosi vorranno certamente 60 punti, visto che ne abbiamo totalizzati 50 al primo anno in serie A. Il direttore Marino sta operando al meglio per allestire una squadra in grado di centrare l’Europa. Ho voglia di rimettermi in gioco, ora andrò in una squadra che lotterà per salvarsi, ma il Siena mi valorizzerà, anche perché conosco molto bene Marco Giampaolo, tecnico bravissimo nel fare crescere i giovani. Ringrazio i tifosi napoletani, sempre pronti ad incitarmi anche nei momenti per me più difficili. Mi sono sempre comportato da professionista, ho soprasseduto su tante situazioni negative anche quando non ero contento. Quando ero al Pescara ho rifiutato molte offerte di club della massima serie perché credevo nel progetto Napoli. Sono orgoglioso di aver indossato questa maglia e spero di poterlo fare nuovamente, ma da protagonista”.

Redazione NapoliSoccer.NET

18 COMMENTS

  1. Vai Emanuele, Siena può darti riscatto, è una piazza tranquilla dove puoi realmente esprimere le tue doti. Sono stato a Siena e posso garantirti che il calcio lì è vissuto in maniera totalmente diversa da noi napoletani. In questo momento è l’ambiente giusto per te, Forza Manu

  2. Buona fortuna Calaiò sicuramente sei un buon giocatore ma il napoli in quel ruolo ha bisogno di un fuoriclasse.Grazie per i tuoi goal che hanno permesso al napoli di giocare nuovamente in serie A.

  3. Sono sicurissimo che ti farai subito rimpiangere da tutti quelli che non hanno voluto credere in te in serie A.
    Io credo che era arrivata l’ora che tu potessi passare in un’altra squadra che magari ti faccia giocare incondizionamente.
    Sei fortissimo Manu!!!
    E le tante freccie scagliate nei nostri cuori, ora ci mancheranno più che mai…soprattutto quando vedremo che le lancerai ai tifosi del Siena…..

  4. Calaiò quando stavamo in serie c e in serie b ci hai trascinati in serie a a suon di gol e nn dimenticarti ke questo nn lo dimenticheremo mai!X me 6 1 idolo spero ke tu posso fare il capocannoniere della serie A e dimostrare a tutta l’Italia il bel giocatore ke 6 e poi l’anno prossimo se ne va reja e torni da noi!Forza Manu!

  5. Se è solo un arrivederci sn molto contento! …vuol dire che guarderò anche il tabellino marcatori del Siena… Forza ArciereAzzurro, tornerai più forte e maturo di prima!! In bocca al lupo!

  6. Ciao EMANUELE!!!!!
    Sarai sempre nei nostri cuori…..hai fatto tanto per noi…..e il popolo napoletano te ne sarà sempre grato!
    Te ne vai da Signore e spero ritornerai tale…….
    Sarai sempre il nostro GOLDRAKE!!!!!!
    Forza Emanuele!!!!!

  7. Arciere questa è la tua occasione!! Fatti valere e ritorna a Napoli più forte di prima!! Tanto lo sai bene che qui tutti noi tifosi ti aspettiamo ed accoglieremo sempre a braccia aperte a chi con 40 gol in 3 anni ci ha riportato in serie A!!

  8. Questo è il calcio,chi va chi viene,chi segna e chi no,
    il singolo anche nostro malgrado se non rientra nei piani di una società che vuole arrivare nel calcio che conta,deve fare delle scelte diverse dal cuore,un dopo Reja potrebbe dare la possibilità a Calaiò di tornare a CASA e infiammare nuovamente il S.Paolo
    Buona Fortuna Emanuele

LEAVE A REPLY