Si decide oggi per Inler

1
22

Ce l'ho, ce l'ho, ce l'ho, ce l'ho: e quando mancano settanta giorni alla chiusura della fiera, sull'album s'incollano le figurine di Donadel (28) e Santana (30), di Dzemaili (25) e di Criscito (25), gli adesivi freschi di stampa d'una estate resa immediatamente rovente, i muscoli e il talento per accomodarsi al tavolo d'una Champions da attraversare senza rimpianti. Si scrive Napoli e poi si legge tutto d'un fiato Inler, Vidal, Trezeguet, Zaccardo, ciò ch'emerge dalle brume di un mercato pirotecnico, una porta spalancata a spallate sull'Europa che conta e idee che si accavallano in sequenza per non lasciarsi trovare impreparati: avanti un altro, e con giudizio, dando un'occhiata alla difesa, al centrocampo e all'attacco e però anche alla panchina, per dotarla di ricambi autorevoli almeno quanto i titolari, per non doversi un giorno piegare a qualche rimorso, per completare il mosaico – in realtà un progetto – e consegnarlo con largo anticipo a Mazzarri.
CRISCITO – I sei milioni di euro riconosciuti da De Laurentiis a Preziosi per la comproprietà rappresentano il primo passo, il prossimo è invece rappresentato dalla firma sul contratto che Bigon ha proposto ad Andrea D'Amico: Mimmo Criscito è separato dal sogno dell'infanzia da aspetti ritenuti marginali ma prima che scocchi l'ora X andranno rimossi gli ultimi ostacoli – rappresentati dai diritti d'immagine – e però ritenuti sormontabili. Il giorno buono è sempre il prossimo, ma la pratica viene annunciata in archivio per il fine settimana.
INLER – L'appuntamento è in agenda per oggi e poi sulla telenovela più estenuante del mercato potrebbero ( finalmente) cominciare a scivolare i titoli di coda: il Napoli ed Inler si corteggiano ormai da un anno e mezzo, ma stavolta possono farlo con l'autorizzazione dell'Udinese, che ha concesso il proprio ok alla cessione attraverso l'accordo tra De Laurentiis e Pozzo. Le distanze siderali di due settimane fa sembrano essersi sensibilmente ridotte, la Vecchia Signora s'è eclissata e il matrimonio si può fare, arricchendola d'una clausola rescissoria divenuta l'ultima controindicazione.

Redazione NapoliSoccer.Net – fonte: corriere dello sport

Condividi
Articolo precedenteGalliani “libera” Hamsik e si tiene Pato
Prossimo articoloRuiz: “A Napoli Maradona è un Dio e Lavezzi il suo erede”
Giornalista e Vice Direttore di Napolisoccer.NET . Tifoso del Napoli, coniugo l'amore e la passione per gli azzurri alla deontologia propria del lavoro di giornalista. Il piacere di raccontare le vicende azzurre, con i suoi risvolti sociologici, con criticità e romanticismo quando ci vuole. Pratico la libertà d'informazione senza condizionamenti.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO