Il baby Trotta vola verso il Manchester City

10
25

Casa e lavoro anche per sua madre Con il club inglese un contratto di 4 anni. «Sono felice, hanno creduto in me».

Marcello Trotta ha detto yes, o se preferite sì. Il talentino del vivaio azzurro e della nazionale under 16 di Rocca, originario di Portico di Caserta, ha firmato il contratto che lo legherà per 4 anni al Manchester City. L’attaccante partirà l’8 luglio da Napoli alla volta della città inglese per partecipare al ritiro, poi il 23 agosto sarà presentato ai 50.000 del City of Manchester Stadium, in occasione della prima partita di Premier con il West Ham. Addio Napoli, quindi, e anche con rammarico, ma l’offerta inglese era troppo allettante: un’abitazione e un lavoro per la madre Michela che lo seguirà in questa avventura, più altri benefit. Poche le parole di Marcello che è ansioso di cominciare la sua nuova vita: «Hanno dimostrato di credere tanto in me. Sono felice » . L’attaccante di Portico di Caserta avrà anche un tutor che lo aiuterà con la lingua inglese e sarà seguito passo dopo passo negli studi. Lui, 16 anni da compiere il 29 settembre, ha già fatto un balzo: giocherà nell’under 18 della squadra inglese. Un’operazione, quella del City, che è costata circa 1 milione di euro, tra penale da versare al Napoli, ingaggio al calciatore e benefit. La società partenopea ha provato a trattenerlo, ma alla fine si è dovuta arrendere. Marcello si è sottoposto a tanti sacrifici pur di non mancare alle sedute di allenamento al centro Palivar di Varcaturo. Grazie anche all’aiuto del padre Angelo che gli è stato sempre vicino sin dai primi passi con la scuola calcio del Recale 2002: «Sarò sempre grato al Napoli ha detto Angelo Trotta – , perché ha lanciato mio figlio, dandogli la possibilità di arrivare in Nazionale».

Fonte: Corrieredelmezzogiorno.it

Condividi
Articolo precedenteBasket Napoli: Bartocci è il nuovo coach
Prossimo articoloAronica: “Spero che la mia destinazione sia Napoli”
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.

10 Commenti

  1. Regole stupide, se un calciatore minorenne non può essere contrattualizzato dal proprio club, perchè può farlo un club straniero? L’uefa dovrebbe porre rimedio ad una assurdità simile !

  2. IL RAGAZZO HA FATTO BENE AD ANDAR VIA PER SE E PER LA FAMIGLIA, ANCORA NON RIUSCIAMO A VALORIZZARE I NOSTRI GIOIELLI… PIANO PIANO, NON STIAMO NELLE MANI DI FERLAINO ORA!

  3. MARINO FA TANTE COSE BUONE, MA OGNI TANTO FA CERTE CAZZATE INACCETTABILI.
    A TROTTA BASTAVA UN AUTISTA CHE LO ACCOMPAGNASSE AGLI ALLENAMENTI TUTTI I GIORNI E SAREBBE RESTATO…

  4. Se il Napoli dovesse accompagnare avanti e indietro tutti i ragazzi delle giovanili ci vorrebbero 400 autisti.
    Piuttosto le regole sarebbero da rivedere, non si può permettere che i club stranieri vengano a fare la spesa saccheggiando i vivai delle squadre italiane.

LASCIA UN COMMENTO