La Telenovela-Inler continua – Il giocatore: “Ciao a tutti, parto per le vacanze!”

12
26

Gökhan Inler, centrocampista attualmente in forza all' Udinese, ha rilasciato alcune dichiarazioni tramite il suo sito ufficiale. La redazione di NapoliSoccer.NET riporta le sue parole: "Ciao a tutti, amici! Dopo un anno così intenso e così pieno di soddisfazioni, dal Mondiale e la Champions con l'Udinese fino alla fascia di capitano della Svizzera, finalmente vado in vacanza!!! Parto proprio oggi: un po' di meritato riposo, direi, al mare. Anche da lontano, però, non vi abbandonerò: spero che voi facciate lo stesso con me e continuiate a scrivermi numerosi. Appena avrò novità sul mio futuro, vi farò sapere: statemi sempre vicino, vi abbraccio forte! Buone vacanze a tutti, Gökhan".

 

Luca Giordano – NapoliSoccer.NET

12 Commenti

  1. E cosa doveva fare, attendere a casa tutte le incertezze, i tentennamenti e le cavillosità di una trattativa infinita ??? Ma cosa aspetta il Presidente a prenderlo, che venga gratis e ceda ogni suo diritto ??? Ovvio che se ne vada al mare, lui che può…

  2. E’ il problema del Napoli, anzi di De Laurentiis: si possono prendere solo giocatori medi o giovani di belle speranze con la politica di ingaggi contenuti e diritti d’immagine per la maggior parte alla Società. Come può un giocatore già con una discreta notorietà come Inler, che comunque non è un fuoriclasse, rinunciare ai diritti d’immagine in favore del presidente ed, in piu’, rinunciare anche a contratti piu’ favorevoli proposti da altre Società?
    Bigon farà anche i salti mortali, ma la riprova è che giocatori come Vidal ed Inler portarli a Napoli è una vera e propria impresa, ed i fatti, purtroppo, mi stanno dando ragione.

  3. Questo calciatore lui e il suo procuratore ci hanno scocciato. La sua indecisione dovuta soprattutto ad un problema economico è squallida, il suo procuratore poi prima dice che il calciatore viene al Napoli poi dopo poco va a trattare con la Juve, insomma mai ci siamo trovati di fronte ad una situzaione così paradossale. Penso che con il prezzo che dovremmo pagarlo sul mercato internazione si trova molto ma molto di meglio. In fondo non è un fuoriclasse come Sancez altrimenti i grandi club italiani ed esteri lo avrebbero già preso e i 18 mil di euro sono una cifra assolutamente esagerata per quello che vale pertanto caro De Laurentiis lasciamolo stare dove sta e prendiamo un altro centrocampista.

  4. bravo gennaro, per quello che ci è dato di conoscere, questa trattativa simile a tante altre finirà male, quello che mi preoccupa e che potrebbero arrivare giocatori piu o meno simili a quelli che abbiamo, donadel dzemaili siamo li pazienza gargano, qualche leggera differenza ma niente di che, inler e vidal certo che garantirebbero il salto di qualità e con donadel e dzemail e magari uno tr garganoe yebda farebbero del centrocampo azzurro uno tra i migliori in italia ed anche in europa

  5. Che questo Inler, e non meno i suo procuratore, siano un poco presuntosi, lo avevamo immaginato, già dal passato anno. Fà bene Dela a farlo cuocere nel suo brodo. Quando tute le squadre che lo volevano faranno marcia indietro (vedi Juventus), i due abbasseranno la cresta, senza considerare che il giocatore mancando di rispeeto ai tifosi napoletani, ha già perso il 50% delle preferenze.

  6. State ancora dietro i media? Fate e disfate tutto da soli, aurelio fece un’offerta per inler ma il napoli non sta a piangere dietro sto calciatore come fate voi, ci sono altre soluzioni ed il mondo non gira attorno a inler, ingaggi e diritti di immagine ci frenano ma il fair play finanziaro ci dara’ una mano e mettera’ allo scoperto i debiti di Inter , Roma , Milan, Lazio , manchester u. , barcellona etc etc….il calcio cambia e cambieranno anche i calciatori

  7. Non diamo sempre tutte le colpe al Presidente, il Presidente sà il fatto suo e sa qual’è il bene per il Napoli e se ha deciso che i calciatori devono cedere diritti di immagine e quant’altro, saprà il fatto suo, poi se i giocatori non vogliono venire, che se ne stiano a casa, intanto LAVEZZI, HAMSIK e CAVANI (che non sono meno degli altri) eppure loro sono venuti a Napoli e ci restano a Napoli! perchè Amano Napoli !

    FORZA SOLO NAPOLI ! e FORZA PRESIDE’ !

  8. e vi lamentate sempre.. il bello è che quando scrivete “non andiamo da nessuna parte” mi fate veramente sorridere.. Siamo in champions e scrivete che “non andiamo da nessuna parte”… Se Inler non viene chi se ne frega, non stiamo parlando di Xavi. Il tetto ingaggi si aumenta gradualmente, quindi o gli va bene così o nulla, devono essere i giocatori a dipendere dalle richieste del napoli, e non viceversa, sennò alla prima stagione che va male ci troviamo con tanti debiti e finisce la storia.

  9. allora amici….sento un bel po’ di cavolate …ascoltate!!
    se la federazione lascia liberi i club di agire come vogliono è il napoli calcio ad adeguarsi alle grandi e non viceversa…i calciatori se ne sbattono se ADL usa questa politica dei diritti di immagine e del tetto ingaggi, cosa ke ripeto
    sarebbe ottima se tutti l’adottassero…ma non è così..quidi se vogliamo arrivare a competere in campionato come in europa con le squadre migliori pe vincere non per piazzamenti, è inutile che prendiamo come comandamenti le caxxate del presidente!!..dovrem sempre accontentarci delle mezze calzette…vogliamo o non vogliamo il mondo per ora nn gira intorno a delaurentis..una domanda: perkè inler dovrebbe venire a napoli per prendere 600mila euro in meno all’anno ??…in un napoli che sicuramente non aspira a vincerla la champions nè uno scudetto…voi lo fareste??? e prima di rispondere meditate bene , perkè nn credo minimamente al fatto che solo 1 tra voi possa sputare su 600mila euro…

  10. Quasi totalmente daccordo con cavanigol. Aggiungo, inoltre, che il mercato calciatori è fatto di accordi segreti e strategie. Il povero Bigon è alla mercè di gente come Marotta o procuratori scafati e, pur essendo molto competente, dovrà per forza di cose defilarsi dall’acquisto di Inler, lasciando campo libero alla Juve che, magari alzando lievemente l’ultima offerta, prenderà il giocatore alle sue condizioni, un pò come avvenne per D’Agostino (rivelatosi una sola…). Questo dimosta che De Laurentiis potrebbe fare una politica meno rigida sugli ingaggi andando, nel contempo, a risparmiare sugli acquisti e quindi rimanendo sempre nella politica del fair-play finanziario: se paghi un giocatore 3 milioni di euro in meno e glieli dai come ingaggio nel tempo sempre è un contenimento dei costi nel range delle entrate.

  11. Sono d’accordo con quelli che dicono che la politica dei diritti d’immagine adottata dalla Società Calcio Napoli può essere deleteria per il processo di crescita della squadra, in fondo i grandi calciatori (chi più, chi meno) hanno contratti pubblicitari di ogni genere con svariate azienda internazionali.. Ed è chiaro che essendo questo un introito, il grande campione preferisce gestire da solo la propria immagine, lucrando (ma chi non lo farebbe?) sui guadagni… Certo se si vuole crescere bisogna allargare i propri orizzonti, purtroppo è così.. Aumento di ingaggi e magari una parziale cessione dei diritti d’immagine potrebbero essere il giusto compromesso che il Presidente dovrebbe trovare.. Quanto a Inler, sicuramente è un grande calciatore che ci farebbe fare il salto di qualità… Chiaro che se viene da noi, si pone un tassello importante a centrocampo.. se invece si punta su giocatori meno incisivi (Dzemaili, Palacios e il greco di cui si parla in questi giorni), allora si rimane un centrocampo con lacune.. Noi tifosi vogliamo solo giocatori importanti (Inler, Vidal, Valero) altrimenti era meglio tenersi Pazienza…

LASCIA UN COMMENTO