Ferrara (ex Napoli): “Gli azzurri sono attrezzati e preparati per la champions”

0
73

Il Commissario Tecnico dell'Under 21, Ciro Ferrara, è intervenuto quest'oggi a Radio Kiss Kiss Napoli, rilasciando le seguenti dichiarazioni sintetizzate da Napolisoccer.NET: “Come si opera sui giovani con i tanti stranieri che ci sono in Italia? Di sicuro ci sono alcuni ragazzi nel nostro campionato non meritevoli dell’Italia, altri invece sicuramente in grado di far fare il salto di qualità. Ne avremmo fatto a meno, ma è una questione di mentalità: l’Italia è un paese importatore, più abituato agli arrivi, piuttosto che alle partenze dei suoi giovani. Questo non è un discorso egoistico, anche la Nazionale maggiore ne risente. Come cambia la vita di un club come il Napoli con la Champions? La prima volta in Coppa Campioni ci toccò il Real Madrid e per quella competizione il Napoli forse non era ancora pronto. Oggi gli azzurri sono più attrezzati e preparati ad un impegno bello ed affascinante, un appuntamento che tutti i tifosi seguiranno, m a in generale c’è curiosità di capire il Napoli come si comporterà nell’Europa che conta. Criscito? Lo conosco molto bene, Mimmo è un calciatore che può fare la differenza nel suo ruolo, anche a livello internazionale sta facendo esperienza, potrà dare un grandissimo contributo e, tra l’altro, è una persona che darà tanto alla maglia del Napoli. Trezeguet? È un campione con la “C” maiuscola, sotto porta è micidiale, è stato uno degli attaccanti più forti con cui abbia avuto il piacere di giocare, a Napoli recupererebbe stimoli importanti, in una piazza come quella partenopea farebbe molto bene. Come persona e calciatore, David è una garanzia. Donadel è di grande affidamento, ma il Napoli il prossimo anno si troverà di fronte ad una grande prova di maturità. Le cessioni? La conferma dei tre tenori è una priorità, non credo ci saranno scossoni, in tal senso. È chiaro che, ad ogni modo, nessuno è incedibile. In futuro mi vedrei più ct della Nazionale o tecnico del Napoli? Il mio futuro è anche il presente, ho un contratto con la Federazione fino alla fine dei prossimi Europei, quando sono andato via da Napoli ho detto che un giorno sarei tornato con un altro ruolo, non so se succederà mai ma è una cosa che in questo momento non riesco a dire con precisione. Sarò al San paolo per una gara di Champions? Mi piacerebbe tornare e mi farebbe altrettanto piacere osservare giovani per l’Under 21, purtroppo molti dei miei ragazzi giocano in serie B, dunque non giro per i campi di A, conosco il San Paolo e di sicuro farò una scappata”.
 

Redazione Napolisoccer.NET

Condividi
Articolo precedenteLucchesi (ds Pescara): “Tempo fa il Napoli aveva seguito Verratti”
Prossimo articoloSantana al Napoli, la conferma è del suo procuratore
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here