Il Napoli cambia pelle

0
91

4-3-3 si 4-3-3 no! Questo è il dilemma che affligge il povero Reja in questi ultimi giorni di preparazione per la sfida del Ferraris. Sembra oramai certo che il tecnico friulano possa metter in soffitta il suo 3-5-2 (5-3-2) e possa con i nuovi acquisti schierare una squadra sulla carta più offensiva e quadrata. Viste le numerose assenze nel reparto difensivo, Reja dovrà fare di necessità virtù i propri dubbi. Assente per squalifica Cannavaro, Domizzi e Cupi per infortunio, schiererà un’inedita difesa a quattro con Grava a destra, Santacroce e Contini centrali e con il recuperato Savini a sinistra. Inedito e più muscolare anche il centrocampo. Infatti innanzi alla difesa opererà Pazienza al posto di Gargano (rientro previsto per domani) che si accomoderà in panchina, con ai lati Blasi e Hamsik. Attacco con Zalayeta e Lavezzi più Mannini che spesso opererà tra le linee difensive doriane per scombussolare i piani tattici di Mazzarri. Sulla carta la partita già è inquadrata, ma il tecnico, come già dimostrato in passato durante la gara potrebbe mischiare le carte.

Gennaro Gambardella



LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here