I prossimi avversari: la Sampdoria

4
34

La partita delle conferme per il Napoli, la partita del riscatto per la Sampdoria. La squadra di Mazzarri è infatti reduce da una sconfitta rimediata contro la Lazio di Delio Rossi, subita per un inaspettato 2-1 finale: comunque niente male per la formazione blucerchiata che si ritrova, al termine della 21a giornata di campionato, con 28 punti, ottava in classifica e a ridosso della zona UEFA. La guida tecnica della squadra genovese è affidata a Walter Mazzarri, al suo primo campionato con i blucerchiati ottenuta dopo tre difficili stagioni alla Reggina. Contro il Napoli di Reja sarà necessaria la miglior formazione per tranquillizzare i tifosi sampdoriani, ovviamente scontenti della brutta prestazione messa in campo nella partita in trasferta contro i laziali. Mazzarri lo sa e con lo stesso modulo dei napoletani, il 3-5-2, spera nell’ abilità tecnica della sua formazione che vede un Castellazzi quanto mai titolare inamovibile tra i pali del Ferraris. Una difesa a tre con il centrale Gastaldello e i due esterni Accardi e Campagnaro tenterà invece di tenere a freno il pocho Lavezzi, in doppia contro l’ Udinese all’ ultima di campionato. A centrocampo il compito di colpire dalle fasce è affidato ai due centrocampisti Pieri e Maggio, mentre per vie centrali daranno battaglia Franceschini, Palombo e Delvecchio. Assente tra gli altri il napoletano Montella, il duo d’attacco sampdoriano sarà costituito da Antonio Cassano che sembra aver ritrovato una certa continuità dopo la deludente parentesi spagnola al Real Madrid e dal grande ex della partita Claudio Bellucci. Romano di nascita, Bellucci ha disputato 4 stagioni nel Napoli a cavallo degli anni 1997-2001, proprio durante il periodo più nero della squadra partenopea. In definitiva, una partita abbastanza delicata più sul versante napoletano che su quello blucerchiato. La squadra di Mazzarri, seppur segnata da continui alti e bassi, ha comunque un ottimo rendimento in campionato: quando gira, riesce a tener testa a squadre come Juventus e Fiorentina e nonostante le assenze di Lucchini, Montella, Sammarco e Volpi è sicuramente un avversario temibile per il Napoli che, ora più che mai, ha bisogno di trovare quella continuità mai arrivata in campionato.

Rubrica a cura di Antonio Autiero

Condividi
Articolo precedenteMarotta (d.s. Sampdoria): “Marino ottimo D.G. e con un De Laurentiis facoltoso”
Prossimo articoloRenica: Hamsik è davvero un fenomeno
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.

4 Commenti

  1. Voglio parlare un pò della Sampdoria ke a Marassi offre un ottimo gioco xkè la squadra riesce ad essere unita ma secondo me in attacco e centrocampo è molto forte ma soffre molto in difesa infatti quando viene attaccata va spesso in confusione.Quindi nn si deve andare a Marassi a difendersi o cercare di portare a casa il pareggio xkè la Sampdoria ha giocatori kome Bellucci e Cassano ke possono punirti da un momento all’altro.Cmq secondo me il problema del Napoli nn è il modulo ma l’atteggiamento ke mette la squadra in campo xkè diciamoci la verità quando manca blasi si sente moltissimo (specie cagliari) e poi c’è un giocatore ke secondo me in questo periodo è calato come Gargano.Quindi secondo me se si va a Marassi a giocare la partita come abbiamo fatto con il Milan e restando uniti e concentrati fino al fischio dell albitro potremo portare a casa anke i tre punti soprattutto perkè mettendo lavezzi e mannini alle spalle di zalayeta questi due possono allargare il gioco sulle fascie e quindi di conseguenza allargare la difesa della Samdoria e il napoli ne può approfittare con Zalayeta.Questo è il mio pensiero!Cmq ragazzi dobbiamo restare sempre uniti e nn demoralizzarci in caso di sconfitta o esaltarci dopo una vittoria ma sostenere sempre i nostri 11 leoni ke scendono in campo.SEMPRE E SOLO FORZA NAPOLI

LASCIA UN COMMENTO