Pallanuoto: Morto Enzo D’Angelo, campione della Canottieri Napoli

2
44

E’ morto a Parigi, dove era ricoverato da qualche tempo a causa di una lunga malattia, Enzo D’Angelo dapprima formidabile centroboa e successivamente tecnico tra i piu’ noti e apprezzati della pallanuoto italiana. Aveva da poco compiuto 57 anni. La sua carriera sportiva si era svolta dapprima nella Rari Nantes Napoli e successivamente alla Canottieri Napoli, societa’ con la quale conquisto’ quattro scudetti ed una Coppa dei Campioni. Enzo D’angelo ha partecipato a tre Olimpiadi conquistando la medaglia d’argento a quelle di Montreal.
Enzo D’Angelo e’ morto la scorsa notte all’Ospedale Paul Brousse, alla periferia di Parigi, in Ville Juif dove era ricoverato gia’ da qualche mese per un tumore al pancreas. Era nato a Bacoli il 22 gennaio 1951, sposato con Daria, aveva due figlie, Anna e Flora. D’Angelo e’ stato uno dei piu’ grandi campioni della Canottieri Napoli, probabilmente secondo solo a Fritz Dennerlein, di cui fu allievo. Comincio’ la sua attivita’ agonistica con la Rari Nantes Napoli e, prima di diventare un grande pallanuotista, fu anche apprezzato nuotatore come mezzofondista. Ha partecipato a tre Olimpiadi (’76,’80,’84), ha vinto 4 scudetti da giocatore con la Canottieri Napoli nel ’73-’75-’77-’79 e, sempre con la Canottieri Napoli, vinse a Palerno la Coppa dei Campioni nel 1977. Da allenatore vinse lo scudetto nel 1990 e nella stagione successiva porto’ la Canottieri Napoli alla finale di Coppa dei Campioni; nel 1997 conquisto’ con la Canottieri Napoli la promozione in A1. Ha allenato anche la Pro Recco, la Sp Energia Siciliana Catania e la Fiorentina. Attualmente era il responsabile tecnico dello Sporting Club Flegreo. Il rientro della salma di Enzo D’Angelo dalla Francia e’ previsto per la serata di venerdi’ ed e’ in via di definizione l’allestimento di una camera ardente. Il rito funebre sara’ celebrato tra sabato e domenica nella parrocchia di San Salvatore ad Arco Felice (Pozzuoli).
Fonte: Ansa

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO