Celestini (ex Napoli): “Credo molto nel progetto di De Laurentiis, sono contrario alle spese folli”

1
20

celestini-costanzo

ESCLUSIVA – Il Napoli ritorna nell'Europa che conta e, chi ama la squadra partenopea come Costanzo Celestini non può che gioire per il raggiungimento di questo prestigioso traguardo. L'ex centrocampista azzurro, intervenendo in esclusiva ai microfoni di Napolisoccer.NET, ha commentato il presente ed il futuro della squadra azzurra, esprimendo concetti chiari ed aspettative, come di seguito riportato.
 


Il Napoli ha raggiunto la qualificazione champion's, come dovrà affrontare il futuro?

"Premetto che la società sta facendo già un ottimo lavoro. Credo molto nel progetto del presidente De Laurentiis che vuole crescere gradualmente. A mio parere ora sarebbe opportuno creare anche un ottimo settore giovanile, che possa servire da serbatoio per la prima squadra, ma che, sopratutto, permetta di concepire un proprio stile, sia di filosofia calcistica che di gioco: penso al modello Barcellona".


In quali settori e con quali giocatori il Napoli dovrà rinforzarsi per affrontare al meglio gli impegni della prossima stagione?

"Personalmente sono contrario alle spese folli. Il Napoli ha bisogno di continuità e solo una giusta programmazione ed investimenti oculati possono assicurarla. L'esperienza fatta quando c'era Maradona deve essere un monito ed un insegnamento, dopo il "pibe de oro" c'è stato il buio. Il Napoli, a mio parere, dovrà trovare rinforzi in tutti i reparti compreso l'attacco. Per essere competitivi c'è bisogno di gente che segni con una certa continuità, Lavezzi ad esempio è un giocatore che segna poco, così Hamsik. Non è simpatico fare nomi, sono certo che gli addetti al lavoro del Napoli siano persone competenti che sapranno muoversi adeguatamente durante il calciomercato".


La situazione Mazzarri potrebbe creare contraccolpi già a partire dalla prossima fase di calciomercato? Quale potrebbe essere l'identikit del nuovo allenatore in caso di divorzio?

"A mio parere Mazzarri è stato ingenuo ed è stato illuso dalla proposta ricevuta da qualche società, ora ne potrebbe pagare le conseguenze. In caso di divorzio non penso ci possano essere contraccolpi per la squadra, la Champions fa gola a molti, personalmente però punterei molto alla vittoria dello scudetto. Il Napoli ha bisogno di un allenatore che dia un impronta e non abbia paura di fallire, ce ne sono vari che potrebbero far bene. La mia speranza è che il presidente De Laurentiis sia capace di circondarsi di persone che vogliano veramente il bene del Napoli e di Napoli".

 

Giovanni D'Oriano – Napolisoccer.NET

 

Pubblicazione previa citazione della fonte: Napolisoccer.NET

Condividi
Articolo precedenteMartina: “Il Napoli ha fatto un grande campionato: complimenti. Matavz sarà azzurro”
Prossimo articoloTim Matavz: il primo rinforzo?
Giornalista sportivo, appassionato di calcio e, da sempre, tifoso del Napoli. Dal 2004 partecipo al progetto Napolisoccer.NET condividendone obiettivi e speranze, con l'unica finalità di fornire ai lettori un'informazione corretta e neutrale, scevra da pregiudizi e fuori da ogni logica di interesse. Napoletano convinto, nutro amore e passione incondizionata per "Terra mia", "Napul'è" e per la maglia azzurra.

1 COMMENTO

  1. celestini ..ma va a quel paese..ma quando mai hai capito di calcio??MAZZARRI NON SI TOCCA.. ED IL TUO PRESIDENTE CHE CACCIASSE I SOLDINI!!guadagnavi solo rigori inesistenti,., e bravo solo x quello!!

LASCIA UN COMMENTO