Grava: “Dedico questo traguardo al popolo azzurro. E’ una stagione che resterà nella storia”

4
26

grava02Gianluca Grava nella sua esperienza partenopea è passato dall'inferno della serie C al sogno Champion's. Il difensore azzurro, ai microfoni di Radio Marte, ha raccontato le emozioni di questa stagione e le sue aspettative per il futuro, come di seguito sintetizzato da Napolisoccer.NET: "Domenica sera è stato tutto meraviglioso, quando ci penso ho ancora i brividi. Il San Paolo ci ha regalato emozioni indimenticabili, i nostri tifosi sono incredibili e passionali come nesusn altro. Questo traguardo vale quanto uno scudetto e siamo felicissimi di averlo centrato. La champion's la dedico ai nostri tifosi, lo meritano. Ci hanno seguito ovunque e ci hanno fatto vivere il clima da Champions già quando eravamo in Serie C. Dal punto di vista sportivo per la città questo è un punto di partenza. Napoli non appartiene alle categorie inferiori ma al top del calcio, è questa la dimensione della nostra città. Napoli ha un ambiente splendido e adesso molti vorrebbero giocare qui. Sono felice ed orgoglioso e dico grazie alla società per avermi concesso fiducia ad avermi dato la possibilità di abbracciare questa bellissima avventura. Spero di aver ripagato la fiducia con il mio lavoro ed il mio impegno in campo. Il mio futuro è a Napoli, son contento di restare qui e ringrazio il Presidente che subito dopo l'infortunio mi ha dato coraggio e mi ha sostenuto. Mazzarri? Per me è stato fondamentale. Gli devo tanto perché è quello che mi ha dato la possibilità di dimostrare il mio valore. Lo ringrazio tantissimo e lo ringrazierò sempre. Spero di aver ripagato la sua stima sul campo. Da quando è arrivato il mister tutta la squadra ha risposto alla grande. Ma voglio citare anche il suo staff, Frustalupi, Pondrelli e tutti gli altri, grazie al loro lavoro noi abbiamo reso al meglio. Quest'anno resterà negli annali della storia del club. Cosa ricordo di questi anni? Il giorno della promozione in Serie A. Credo che sia l'immagine più bella della mia carriera. Senza togliere nulla al traguardo di quest'anno, io credo che quella di Marassi fu la partita più importante, fu la svolta per Napoli. Ricordo che mancavano pochi minuti, non riuscivamo più a giocare perchè ci guardavamo tutti in faccia e piangevamo dalla gioia".
 

Redazione Napolisoccer.NET

4 Commenti

  1. Grande Gianluca! Sei l’orgoglio dei tifosi napoletani. Abnegazione e sacrificio,queste le parole che ti si addicono e che a tanti campioni mancano.
    GRAZIEEE!!

LASCIA UN COMMENTO