Mazzarri: “Il mio futuro? Lasciatemi parlare con la società e poi saprete”

6
75

mazzarri1-EL--16-02-11"Le emozioni che mi da questo pubblico sono uniche"
Il tecnico del Napoli Walter Mazzarri felice per aver portato gli azzurri al terzo posto in classifica intervenuto in sala stampa ha rilasciato alcune dichiarazioni: “Io col presidente ho un buon rapporto sotto tutti i punti di vista, poi è ovvio che dopo un percorso ci fermiamo un attimo, ci sediamo a tavolino e parliamo. Il mio futuro? Prima devo parlare con la società, ci sarà un confronto sereno, tra professionisti, con il presidente, con Bigon, con Fassone, con tutti i dirigenti più importanti. Oltre al presidente ed ai meriti miei e dello staff tecnico ricordo che ho lavorato con Bigon che è stato encomiabile, poi è arrivato Fassone che ha dato il suo contributo e Santoro che mi è stato accanto due anni”.
“Io volevo solo parlare di questa festa e di quello che abbiamo fatto. Io ho un difettaccio, che a volte parlo in modo schietto ed a volte non è opportuno perché si dovrebbe essere più diplomatici. Abbiate pazienza di aspettare l’incontro con il presidente. C’era un obiettivo talmente importante che questa situazione non importava ai giocatori. Ho detto la prima volta che ci saremmo incontrati io e la società prima della partita del Parma ed avevamo fatto quattro vittorie, quindi questo non ha inciso sui risultati della squadra.
Questa sera ho scherzato con Zuniga perché per un anno intero gli dicevo che non avrebbe fatto gol e ne ha fatti due in campionato. E’ un ragazzo giovane che veniva dal Siena e secondo me ha avuto un’evoluzione importante. Avete visto con che facilità cambia ruolo.
Menez, Inler e Nocerino? E’ presto per parlare di giocatori. Ora lasciatemi godere questa serata e dopo che avrò parlato col presidente saremo più chiari su tutto. I tempi non li so di preciso, parleremo a 360 gradi e poi arriveremo a delle conclusioni informando la stampa. La settimana è lunga”.
“Ringrazio tutta questa gente per l’emozione che ci ha dato. Quando ho iniziato questa avventura sapevo che piazza era Napoli perché ci ero già stato (come vice di Ulivieri, ndr) ed ero venuto con grande entusiasmo. A me le sfide piacciono e credo che in questi due anni ci siamo tolti delle soddisfazioni importanti. A Napoli è troppo bello tutto. Le emozioni che mi da questo pubblico sono uniche”.
Intervista a cura dell'inviato in sala stampa, Gennaro Gambardella e della Redazione NapoliSoccer.NET



6 Commenti

  1. Mister, potrai sembrare antipatico, potrai sembrare polemico, ma io comunque ti ringrazio e spero che continuerai l’avventura con noi per diventare sempre più grandi!!!.. Non dimentico che quando sei arrivato, eravamo quart’ultimi in classifica e, poi, come per incanto la squadra ha cambiato atteggiamento e ha entusiasmato con vittorie spettacolari sia l’anno scorso che quest’anno.. Hai impresso nei giocatori lo spirito giusto, la voglia e la forza di combattere fino all’ultimo.. Hai dato la mentalità vincente e infatti siamo tornati a vincere in trasferta con continuità, cosa che prima non avveniva… E quest’anno ha completato il progetto di crescita con il traguardo strepitoso della qualificazione in Champions!!!.. Ci potrebbe restare il rimpianto di non aver raggiunto un altro traguardo che per molto tempo, pareva essere raggiungibile, ma va bene così, perchè potremo raggiungerlo insieme nelle prossime stagioni, solo se si vorrà continuare a lavorare insieme con grande passione, volontà, tenacia, come si è fatto in questi due anni… Rifletti mister e resta con noi!!!.. Dalle parole di ieri sera, mi è sembrato di capire che tu voglia rimanere, solo a patto che il presidente ti costruisca una squadra in grado di reggere degnamente il doppio impegno: ci vogliono in sostanza 22-24 giocatori forti, tutti dovranno essere quelli che tu da sempre chiami “titolarissimi”… Bene, il presidente lo sa, che anche noi tifosi vogliamo una squadra forte e non potrà di certo deludere le nostre attese!!!.. E’ ora di cambiare mentalità, se si vuole diventare grandi, bisogna iniziare a pensare in grande e quindi comprare campioni che ci facciano fare il salto di qualità… Forza Napoli e grazie a tutti!!!

  2. “Le emozioni che mi da’ questo pubblico sono uniche” e allora ? perche’ tenere Napoli in ostaggio dei tuoi umori x + di trenta giorni ? perche’ nella tua schiettezza non sei stato meno evasivo ? perche’ hai rovinato una festa seppur parzialmente ? io sono dell’idea che dovevi stare zitto e godere del momento : “carpe diem” caro sig. mazzarri .

  3. bravo sig mazzarri, magari si fosse comportato cosi per questi mesi, trattenendo le parole senza nascondere i pensieri, ora è andata, spero solo di non essermi sbagliato, spero che lei abbia chiesto a de laurentis i calciatori che servono per consolidare la posizione in italia e magari senza sfigurare, vivere l’avventura dei gironi della champions. ha ragione il presidente che parla di crescita costante, ha ragione, nessuno neanche lei, chiederà cristiano ronaldo, messi, aguero, ronney (spero sia scritto giusto) xavi ecc ma ritengo che la crescita passi prendendo calciatori dai costi di certo minori, ma che tecnicamente siano superiori a quelli in rosa attualmente, per farla breve, inler borja valero non credo siano acquisti proibitivi, già perchè a centrocampo bisogna intervenire assolutamente, non si puo giocare sempre sulle fasce, a volte in campo scende pure l’avversario, battute stupide a parte, egregio presidente una quarantina di milioni deve essere la cifra per il salto di cui parla lei, tanto di cappello a tutti i calciatori del napoli, ma se si deve crescere gli innesti devono essere fatti e inevitabile. caro sig mazzarri, se il problema e questo ed io ne sono certo, de laurentis non credo che interverrà sul mercato in questo modo, e quindi lei ha tutto il diritto di guardarsi intorno, scegliendosi una squadra attraverso la quale lei puo coronare i suoi sogni, certo che se la rana pescatrice (tutt vocc) de laurentis invece gli acquisti li farà beh allora si tratta di altra cosa, e la società fa bene a tutelarsi, lasciandola anche fermo per la durata del contratto, fà parte delle regole, io spero invece che lei vinca questa battaglia, che i calciatori arrivino a napoli per migliorare la squadra buona fortuna!!

  4. Sapete una cosa questo Mazzarri mi ha proprio scocciato, un vero guastafeste, uno a fine del campionato fa dichiarazioni come: …. parlerò con la società e deciderò…. poi è chiaro che come i professionisti ci fermiamo a tavolino…….. dopo un percorso….. per ripartire ci vuole tanta chiarezza……Ma chi crede di ssere. Ha un contratto e lo deve rispettare. Ha avuto offerte al rialzo da altre squadre? Bene poteva aspettare la fine del campionato e chiedere un aumento, De Laurentis non glielo avrebbe rifiutato. Il Presidente farebbe bene a dargli una lezione lasciarlo fermo due anni senza farlo lavorare e prendere Gasparini che secondo me è pure meglio.

  5. bene MAZZARRI, il suo è un carattere che ci vuole per la squadra e per il presidente ,che da padrone ,vorrebbe che tutti accettassero le sue decisioni ,lui ha le palle per dissentire,REJA è andato via,perchè non ne poteva più e ha un altro carattere ,i giocatori erano divisi e non c’era chiarezza.
    nello spogliatoio comanda mazzarri e questo è chiaro.
    adesso bisogna vedere se il presidente saprà accogliere le richieste dell’allenatore che ha dimostrato di saperci fare ,anche se con qualche errore perchè è umano e perchè cmq ha dovuto arrangiarsi vista la pessima campagna acquisti eccezion fatta per cavani,altrimenti non saremmo qui a parlare .forza mazzarri tieni duro,non sprecate quanto di buono si è costruito,auguriamoci un intesa nell’interesse del napoli.

  6. Sinceramente non capisco tutta questa antipatia che mazzarri risquote sul territorio nazionale, fosse invidia? Io non credo sia un allenatore antipatico. E stato bravo e questo bisogna riconoscerglielo a me quello che dispiace e che continuiamo a permettere a persone come Baldini , di vomitare il suo odio per mazzarri, in televisioni pubbliche…tipo sportitalia….questo e’ grave secondo me.
    Sarebbe bello trovare un’allenatore del calibro di Fergusson il quale sposi la causa di una societa’ e diventi un tecnico-dirigente….ma so che di Santi ne nascono uno ogni 200 anni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here